:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

In primo piano:
European drug report 2016

31/05/2016

Stampa Stampa

Opg Montelupo, Regione Toscana: “Entro febbraio 28 nuovi posti a Volterra”

L’assessore regionale alla salute Saccardi: “La Regione Toscana non è affatto inadempiente riguardo al superamento dell'ospedale psichiatrico giudiziario di Montelupo”

08 febbraio 2016

FIRENZE - "La Regione Toscana non è affatto inadempiente riguardo al superamento dell'ospedale psichiatrico giudiziario di Montelupo, e le critiche che le vengono mosse sono infondate. Al contrario, la Regione sta facendo tutto quanto di sua competenza per favorire il superamento dell'Opg e la collocazione dei pazienti che ancora vi sono rimasti". L'assessore toscano al diritto alla salute Stefania Saccardi risponde a quanti - per esempio Psichiatria Democratica e StopOpg - chiedono a gran voce il commissariamento della Regione per grave inadempienza a proposito della chiusura dell'Opg.

"La Toscana - dice Stefania Saccardi - ha favorito con evidenza incontrovertibile tutti gli interventi possibili, diretti a sostenere le misure alternative alla detenzione, orientando prioritariamente le proprie scelte verso la de-istituzionalizzazione dei pazienti psichiatrici autori di reato e la prevenzione delle assegnazioni di misure detentive. Tutto questo non può essere definito inadempienza, né inerzia, né limitazione alle scelte di passaggio dall'Opg alla Rems”.

"La Regione Toscana, considerata tra le Regioni inadempienti in quanto non ha provveduto alla immediata realizzazione della Rems, e non ha neppure fatto la scelta di trasformare in Residenza sanitaria l'Opg di Montelupo Fiorentino - chiarisce ancora l'assessore -, ha scelto in primo luogo di favorire i percorsi territoriali terapeutico riabilitativi, e solo successivamente ha attivato la Rems a Volterra, con l'apertura di un primo reparto per 10 persone nel mese di dicembre 2015, al quale si andrà ad unire a breve un secondo reparto, consentendo la disponibilità complessiva di 28 posti entro la fine di febbraio 2016".

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa