:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Toscana, si allenta la crisi: mutui in aumento del 15%

Leggera ripresa del mercato immobiliare. Calano i costi delle abitazioni e i canoni di locazione, ma i provvedimenti di sfratto continuano a riguardare il 3% della popolazione che vive in affitto

12 febbraio 2016

FIRENZE – Torna a crescere, seppur timidamente, il mercato immobiliare della Toscana. Calano i costi delle abitazioni e i canoni di locazione, ma i provvedimenti di sfratto continuano a riguardare il 3% della popolazione che vive in affitto. Le famiglie che vivono in alloggi di edilizia residenziale pubblica sono circa 47 mila, pari al 18,3% del totale delle famiglie che vivono in affitto. E’ quanto emerge dal quarto rapporto sulla condizione abitativa in Toscana, redatto dall’Osservatorio sociale regionale sui dati relativi al 2014.

Nel corso del 2014 si è registrata una crescita del 5,9% delle compravendite in regione, dato superiore alla media nazionale (+ 3,6%). Due i fattori principali di questa crescita: l’ulteriore riduzione dei prezzi medi delle nuove abitazioni e la ripresa degli acquisti sostenuti da mutui ipotecari. I prezzi delle abitazioni tra il 2009 e il 2014 sono scesi del 4,5% per le aree centrali, superando il -7% per le zone periferiche. Gli acquisti con mutuo ipotecario sono invece cresciuti del 14,9%.

Tra il 2009 e il 2014 sono diminuiti anche i canoni di affitto, scesi in media del 6%. In calo anche le richieste di sfratto, scese in Toscana del 18,7%. Risultano però aumentati i provvedimenti (+ 2,3%) e, soprattutto, le esecuzioni (+15,5%). Per quanto riguarda le case popolari, nel 2014 sono state effettuate 1.404 assegnazioni.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa