:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

In primo piano:
European drug report 2016

31/05/2016

Blog
Stampa Stampa

Riccardo e Barbara, oggi sposi: la lista nozze è un aiuto agli ultimi

Social Church

Oggi Riccardo e Barbara si sposano. Un matrimonio originale e, soprattutto, solidale. Lui, giornalista 47enne, vive nella casa famiglia “Oasi della Divina Provvidenza” a Pedara (Catania), che accoglie oltre 70 persone in difficoltà: povere, disabili, disoccupati

12 febbraio 2016 dal blog Social Church Chiesa e periferie esistenziali - di Laura Badaracchi

Riccardo e Barbara
Riccardo e Barbara 1

Oggi Riccardo e Barbara si sposano. Un matrimonio originale e, soprattutto, solidale. Lui, giornalista 47enne, vive nella casa famiglia “Oasi della Divina Provvidenza” a Pedara (Catania), che accoglie oltre 70 persone in difficoltà: povere, disabili fisicamente o psichicamente, disoccupate, agli arresti domiciliari e con altri problemi. Lei, architetto 45enne di Ragusa, ha deciso di condividere questa scelta di vita. Riccardo Rossi e Barbara Occhipinti non sono due alieni o due cattolici esaltati, anzi: sono due persone molto concrete: «Un sogno quando è condiviso è già a metà dell’opera. Io e la mia futura sposa Barbara vogliamo aiutare chi nella nostra società è lasciato indietro. Lei ha mollato lavoro e casa per seguirmi nella comunità dove vivo e opero. Abbiamo scelto di celebrare un matrimonio in povertà e di regalare la lista nozze alla casa famiglia dove abbiamo scelto di vivere e assistere la gente accolta», riassume Riccardo.

Riccardo e Barbara 2

La notizia non è solo questa: i due sposi controcorrente non sono soli. «Moltissime persone colpite dalla nostra scelta ci hanno regalato tutto per il nostro matrimonio: dalle fedi al coro, dai fiori al ricevimento, dal fotografo al mio vestito da sposo e all’acconciatura ai capelli della mia sposa. Un noto pasticciere del catanese ci farà la torta nuziale e una signora ci regalerà i confetti. La parrocchia “Maria immacolata” di Pedara (dove ci sposeremo) ci ha praticamente adottato e dato la possibilità di andare a Roma per incontrare il Santo Padre». Succederà il prossimo 24 febbraio e sarà il loro viaggio di nozze.

Per tornare alla lista di nozze, donazioni sono arrivate tramite bonifico bancario (causale “Riccardo e Barbara sposi”, conto Banco Posta dell’associazione Insieme unlus, Iban IT20 P076 0116 9000 0100 6085 433, codice BIC/ SWIFT BPPIITRRXXX) da Roma, Milano, Napoli, Catania, ma anche dagli Stati Uniti e dal Brasile. «Il sogno mio e di Barbara è che tramite il nostro matrimonio possiamo collaborare nel sostenere alcuni progetti dell’associazione “Insieme Onlus” (che gestisce la casa famiglia www.insieme.ct.it) rivolti a categorie svantaggiate e dimenticate», aggiunge Riccardo. I progetti sono tre: «La coltivazione di zafferano biologico eseguito da soggetti con ritardo psichico medio- grave; un impianto di lumache per la raccolta di bava biologica eseguita da persone con lesione midollare; la coltivazione di spirulina eseguita da soggetti svantaggiati con provvedimento di affido». Auguri di buona vita a Riccardo e Barbara, con la loro grande famiglia.

 

vai al blog Social Church

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa
comments powered by Disqus