:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Povertà, nasce il primo market solidale della provincia di Sondrio

Pensato per le persone in difficoltà economica l'emporio offre non solo beni di prima necessità ma anche la possibilità di fare esperienze culturali e ricreative. Un progetto di Csv Lavops e Solco che impegna 25 volontari

01 marzo 2016

Si chiama Emporion ed è il primo market solidale della provincia di Sondrio
Promosso da Solco. Sondrio insieme a Csv Lavops, Ufficio di piano di Sondrio e cooperativa Intrecci, il market nasce per dare una risposta concreta alle persone in difficoltà economica a causa di un evento improvviso come la perdita del lavoro, una malattia, un lutto in famiglia o una separazione.
In Emporion si trovano prodotti di consumo, cibo e altri beni indispensabili per l’igiene, la cura della persona e della casa. Il progetto prevede anche l’attivazione di uno “scaffale relazionale” per offrire alle famiglie con minori anche opportunità di tipo culturale, sociale, sportivo e ricreativo, permettendo agli utenti stessi di restituire risorse alla comunità in un processo virtuoso di scambio.

La vera anima del market sono i 25 volontari che hanno deciso di donare il proprio tempo per le attività di Emporion. Hanno tra i 30 ed i 70 anni e sono in prevalenza donne. Alcuni provengono da precedenti esperienze di volontariato, molti lavorano o sono alla prima esperienza di solidarietà. Sono stati formati per intraprendere questo percorso e hanno iniziato ad accogliere le prime persone che stanno beneficiando del market di comunità e a portare avanti tutte quelle azioni sottese alla gestione di un esercizio commerciale, dal rifornimento degli scaffali alla gestione del magazzino e della cassa. 

“I volontari hanno un ruolo fondamentale per la buona riuscita e la sostenibilità del progetto - dichiara Carlo Ruina, presidente del Csv Lavops. -  Il loro è un esempio di welfare comunitario e generativo che va al di là dell’appartenenza o meno ad altre associazioni. Speriamo che altri seguano il loro esempio, a partire dagli stessi beneficiari e da ogni persona che abbia voglia di mettere a disposizione della propria comunità tempo e competenze, valori e risorse”.
Il market è una delle azioni del progetto +++”Più segni positivi”, finanziato dal bando Welfare in Azione della Fondazione Cariplo. Per informazioni www.lavops.org

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa