:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

A "Fa' la cosa giusta!" la birra artigianale prodotta dai disabili

Il birrificio "Vecchia Orsa" di San Giovanni in Persiceto (Bologna), che dà lavoro a tre persone "svantaggiate" si presenta alla fiera del consumo critico con la sua ultima creazione "Rye Charles". Appuntamento a Milano dal 18 al 20 marzo

10 marzo 2016

L'etichetta della birra "Rye Charles"
Birrificio vecchia ora 2

MILANO - La loro ultima creazione l'hanno chiamata "Rye Charles". Una birra nera che nel nome indica uno degli ingredienti, la segale (rye, in inglese), ma nella pronuncia è un omaggio al grande pianista cieco. "E i luppoli sono americani e arrivano proprio dalla zona in cui è nato Ray Charles", spiega Michele Clementel, presidente della cooperativa sociale "Fattoriabilità", che nel 2007 ha fondato il birrificio artigianale "Vecchia Orsa". Come dicono loro, "il retrogusto sociale della birra" crea occupazione: su sette persone che ci lavorano, tre sono "svantaggiate". Il birrificio si trova a San Giovanni in Persiceto (Bologna): "Abbiamo scelto di non meccanizzare la produzione -spiega Michele-, proprio per offrire occasione di inclusione a persone con disabilità. Far tornare i conti è un'impresa, perché ovviamente i costi sono maggiori. Ma è la mission della nostra cooperativa". Vecchia Orsa sarà a Fa' la cosa giusta, la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, organizzata a Milano da Terre di mezzo, dal 18 al 20 marzo nei padiglioni di Fieramilanocity. Il birrificio bolognese propone 10 birre, apprezzate su diverse riviste del settore. "Ognuna ha la sua storia e anche la scelta del nome è il frutto di una lunga discussione tra di noi". Come “Magnitudo Blonde”, nata dopo che hanno rimesso in piedi il birrificio distrutto (tanto da dover cambiare sede) dal terremoto del maggio del 2012. "È diventata il simbolo della caparbietà e della volontà di andare avanti dei soci della Cooperativa". 

I visitatori di Fa' la cosa giusta! potranno gustare le birre della Vecchia Orsa e apprezzare anche tanti altri prodotti realizzati da cooperative o associazioni che realizzano prodotti di qualità coinvolgendo nella lavorazione persone con disabilità. Come la verdura e la frutta bio di Gaia Agricola, cooperativa sociale nel Parco Nord, in provincia di Milano. Ci sono poi le ceste in corda di juta della cooperativa Sany Leather del Bangladesh, che dà lavoro a una comunità di 700 donne e che ha incluso anche 15 uomini disabili. Oppure le bomboniere della Coop. Il brugo di Brugherio, in provincia di Monza-Brianza. (dp)

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Fa' la cosa giusta!, Disabilità

Stampa Stampa