:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

"Accendi la mente e spegni i pregiudizi", al via Settimana contro il razzismo

L’iniziativa dell’Unar si svolgerà dal 14 al 21 marzo 2016. Previsti eventi in tutta Italia. Spano: “Combattere il razzismo è un impegno che parte da ciascuno di noi”

14 marzo 2016

ROMA - “Accendi la mente, spegni i pregiudizi”. E’ questo lo slogan della XII Settimana contro il razzismo, la campagna nazionale di sensibilizzazione promossa dall’Unar, che prende il via oggi e proseguirà fino al 21marzo. “Combattere il razzismo è un impegno che parte da ciascuno di noi – dichiara Francesco Spano direttore dell’Unar, sottolineando come la formazione, l’educazione e la cultura siano l’antidoto più potente contro la paura di ogni diversità. “ Proprio per questo – prosegue Spano – tra le tante iniziative che riempiranno questa settimana e per le quali voglio ringraziare le numerose associazioni, e tutti gli Enti che hanno aderito con entusiasmo e passione, l’Unar ha deciso di dedicare la propria attenzione in particolar modo agli studenti delle scuole, alle giovani generazioni ed a tutti coloro che, potranno essere cittadini responsabili di una comunità inclusiva e realmente fondata sull’uguaglianza e sulla pari dignità di ogni persona”..

La Settimana ha preso il via ufficialmente questa mattina al MAXXI – Museo Nazionale delle arti del XXI secolo di Roma con la proiezione del film documentario "Va pensiero. Storie ambulanti", del regista etiope Dagmawi Yimer, che ha tra i protagonisti Mohamed Ba. Alla proiezione erano presenti studenti delle scuole superiori, accolti daldirettore dell’Unar – Francesco Spano e la vice presidente del Senato Valeria Fedeli.

Tra gli appuntamenti previsti, da segnalare quello del 15 marzo a Roma presso Campo sportivo XXV Aprile di Pietralata (Via Marica, 80) quando si svolgerà l’incontro di calcio “Dai un calcio al razzismo” tra la squadra Liberi Nantes, composta interamente da rifugiati e richiedenti asilo politico, e una rappresentanza della Roma Calcio femminile. Il 17 marzo a Pisa, invece, alle ore 10.30 presso l’Aula Magna del Polo didattico Carmignani del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Pisa (Piazza dei Cavalieri, 2) si terrà la Tavola rotonda “Libertà di espressione e libertà religiosa in tempi di crisi economica e di rischi per la sicurezza”. Tra gli interventi istituzionali, sono previsti quelli del direttore Francesco Spano, del Vice Presidente della Corte Costituzionale Marta Cartabia, e del Presidente della Commissione consultiva per la libertà religiosa, Francesco Margiotta Broglio. Il 18 marzo a Cagliari, poi, alle ore 9.00 presso l’Aula Magna della Corte di Appello (Piazza della Repubblica, 18) alla celebrazione della giornata mondiale contro il razzismo interverranno oltre a Francesco Spano - Direttore Unar, Roberta Usai Presidente della LIDU Sardegna – Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo, Giovanni Maria Bellu Presidente dell’Associazione Carta di Roma, Maria Teresa Portoghese, Consigliera di Parità Supplente della Regione Autonoma della Sardegna, Alessandra Poddie Vice Presidente di Alfabeto del Mondo. Tema specifico della giornata sarà: “Stereotipi e pregiudizi: il ruolo dell’informazione”. Si prosegue sabato 19 marzo a Vanzago (MI) alle ore 15.00 presso la Sala Consiliare del Comune (Via Garibaldi, 6) il Direttore dell’Unar - Francesco Spano insieme al Sindaco del Comune di Vanzago Guido Sangiovanni, conferirà la cittadinanza onoraria ai bambini di origine straniera nati in Italia e residenti nel Comune di Vanzago. Il 20 marzo a Piacenza alle ore 10.00 presso la Sala dei Teatini del Comune (ex chiesa di S. Vincenzo, via Scalabrini, 9) si svolgerà la cerimonia ufficiale in cui Francesco Spano – direttore dell’Unar, consegnerà a Piacenza la targa come “Capitale antirazzista d’Italia 2016”.

Infine, il 21 marzo a Roma alle ore 11 presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri si terrà la Cerimonia di premiazione del concorso nazionale “Mettiti nei miei panni”. Il concorso, promosso dall’Unar in collaborazione con il ministero dell’Istruzione e rivolto a tutte le scuole di ogni ordine e grado, è stato bandito nell’ambito della passata edizione della Settimana di azione contro il razzismo e si è ispirato all’omonimo gioco ideato dall’Unar (www.giocaneimieipanni.it), in base al quale gli studenti sono stati invitati a narrare in prima persona la vita di cittadini stranieri residenti in Italia descrivendone - attraverso video, immagini, parole e brani musicali - le difficoltà, le gioie, le delusioni e le speranze. L’evento sarà presieduto dal Direttore dell’Unar - Francesco Spano. Interverrà l’attore comico Salvatore Marino che, offrirà agli studenti skect tratti dal suo spettacolo teatrale “Non sono abbronzato. Qui lo dico, qui lo neg(r)o” per riflettere con il sorriso sui problemi e i moralismi dell’integrazione.

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Razzismo, Unar

Stampa Stampa