:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

"Pisa città dello sport 2016", convegno sul turismo attivo

Il tema sarà al centro del convegno organizzato dal Comune, in collaborazione con Regione Toscana e Toscana Promozione, nell'ambito delle manifestazioni per 'Pisa Città Europea dello Sport 2016'

17 marzo 2016

FIRENZE - Il 'turismo attivo' come opportunità di crescita per Pisa e la Toscana. Il tema sarà al centro del convegno organizzato dal Comune, in collaborazione con Regione Toscana e Toscana Promozione, nell'ambito delle manifestazioni per 'Pisa Città Europea dello Sport 2016'. 

Il convegno, dal titolo "Lo sport per il turismo attivo a Pisa e in Toscana", si svolge sabato 19 marzo all'Hotel Galilei a partire dalle ore 10:00, e vedrà tra gli altri gli interventi del sindaco Marco Filippeschi, del presidente regionale del Coni Salvatore Sanzo, del direttore di Toscana Promozione Alberto Peruzzini e sarà concluso dall'assessore regionale alle attività produttive e al turismo Stefano Ciuoffo.

"Pisa Città Europea dello Sport –sottolinea Ciuoffo – è non solo un'occasione importante per il mondo sportivo ma rappresenta anche un motivo di promozione e valorizzazione turistica della città e della Toscana tutta, grazie agli eventi e agli appuntamenti che per tutto il 2016 animeranno il territorio attirando appassionati, professionisti e operatori. Il turismo ‘attivo' è una formidabile opportunità di crescita e i dati che verranno illustrati al convegno lo spiegheranno bene: è un segmento che a livello europeo rappresenta una domanda di circa 200 milioni di persone, mentre in Toscana sono circa 8 milioni le presenze di turisti legate ad attività sportive, pari al 21% delle presenze nazionali, con un trend annuale sempre in positivo, specie sul fronte degli stranieri. Golf, sci, tennis ed equitazioni le attività più attrattive, ma anche mountain bike, ciclismo, volo a vela e sport acquatici tra i prodotti più richiesti. Questa occasione è una vetrina europea da sfruttare al meglio perché vogliamo rafforzare la nostra offerta di turismo legato alle attività sportive

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa