:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

‘Cos’è davvero la felicità?’ Spettacolo a Firenze

Martedì prossimo iniziative per alleggerire le difficoltà che si vivono quando ci troviamo in una situazione di disagio temporaneo o cronico. Sarà presente l’assessore comunale Funaro

03 giugno 2016

FIRENZE - Cosa è la felicità? Essere in salute? Essere ricchi? La famiglia? O forse la felicità è qualcosa di individuale, da ricercare dentro di noi? Può la felicità sussistere anche quando le difficoltà della vita la ostacolano? Quando queste difficoltà si presentano, chi può accompagnarci e sostenerci? Firenze offre una rete di persone e iniziative per alleggerire le difficoltà che si vivono quando ci troviamo in una situazione di disagio temporaneo o cronico. Chi sono? Cosa fanno? Tutto questo sarà messo in scena con uno spettacolo (martedì prossimo al teatro Puccini) che vedrà sul palco Simona Atzori, Katia Beni e la compagnia teatrale I Figli di Marla. Sarà presente anche l’assessore al welfare Sara Funaro.

L’obiettivo dell’evento è riconoscere il lavoro di rete tra istituzioni e mondo del volontariato, informare i cittadini sui servizi a loro disposizione, valorizzare le associazioni e le iniziative. Una serata sul disagio e la felicità con parole, musica e arte, con un talk show, testimonianze e esibizioni di tanti artisti.
«Firenze ha una grande ricchezza - ha sottolineato l’assessore Funaro - è la sua rete di terzo settore, volontariato, associazioni molto attive nei campi più disparati, dalla cultura all’ambiente al sociale. Questa è la faccia importante della città, che in un momento di grande crisi dà un contributo importante ad attutire gli effetti negativi del disagio. Qui c’è solidarietà. La gente, però, va coinvolta e deve poter verificare come Firenze migliora: ecco perchè questo spettacolo può essere un momento importante per mostrare quanto è ricca la nostra città.Da sempre l’arte, che sia visiva, musicale, recitata o ballata, non solo ci intrattiene, ma ci trasmette delle emozioni. Una serata per parlare di disagio e di felicità. Due mondi all’apparenza agli opposti, ma che in realtà si toccano impercettibilmente nella mente e nel cuore di ognuno di noi». 

Il programma completo è consultabile sul sito www.koncept.it. E’ necessario iscriversi e scaricare il biglietto gratuito attraverso il sito http://www.koncept.it/2016/03/30/il-disagio-e-la-felicita/ o chiamando il numero 055357223
Il giorno dopo il tema sarà approfondito con un incontro di lavoro aperto a tutti coloro che sono interessati all’argomento, dal titolo “La rete dei servizi socio-sanitari per il disagio mentale”, che si terrà alla Sala Verde di Banca Cr Firenze, dalle 9 alle ore 13. 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa