:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Mondiali antirazzisti, lo United Glasgow si aggiudica la coppa

Si è conclusa la ventesima edizione del torneo di calcio meno competitivo del mondo che ha raggiunto quest’anno delle cifre record: 800 partite non stop su 15 campi, 184 squadre iscritte, 5 mila partecipanti tra giocatori e volontari. L’organizzazione ha deciso di dedicare la Coppa invisibili ad Emmanuel Chidi Namdi

11 luglio 2016

United Glasgow, i vincitori della Coppa Mondiali Antirazzisti 2016 - Foto di Antonio Marcello
Mondiali antirazzisti 1 - vincitori

- ROMA - 800 partite non stop su quindici campi, 184 squadre iscritte, 5 mila partecipanti tra giocatori e volontari: questi i numeri da record della XX edizione dei Mondiali antirazzisti Uisp che si sono appena conclusi a Castelfranco Emilia (Mo). Se i Sottomarini rossi e le ThisAgio hanno vinto i tornei di calcio a 7, sono stati gli United Glasgow ad aggiudicarsi la coppa Mondiali antirazzisti. La formazione scozzese si è infatti distinta durante l’anno per le sue campagne contro sessismo ed omofobia, grazie a un progetto che ha coinvolto quattro squadre, maschili e femminili, con un’alta presenza di rifugiati.

La manifestazione Uisp (Unione italiana sport per tutti) contro tutte le discriminazioni si è svolta, a partire dal 6 luglio, con il pensiero rivolto a Emmanuel Chidi Namdi, il trentaseienne nigeriano ucciso a Fermo. Proprio a lui l’organizzazione dei Mondiali antirazzisti ha deciso di dedicare la Coppa invisibili, in rappresentanza di chi ha perso la vita cercando uno spazio di libertà, in mare, di fronte a una frontiera o, come Emmanuel, su una strada.

Mondiali antirazzisti 2016 - 2

La scelta originale di stabilire le regole del gioco attraverso il lancio di un dado ha fatto invece conquistare la Coppa fair-play ai francesi dei Non di caso. A una squadra tedesca, il Roter Stern Leipzig, va invece la Coppa piazza antirazzista, vinta grazie al simpatico materiale appeso in “Piazza”, mentre la Coppa ultras e la Coppa Bagna sono andate rispettivamente a Ultras Marseille e Pattonador.

Ma i Mondiali antirazzisti non sono solo calcio. Tra i campi del parco di bosco Albergati si sono alternate anche partite di basket, pallavolo e rugby: ad aggiudicarsi i tornei sono stati rispettivamente "È dura a Jesi", "Amendola Park" e "Stella Rossa - Stella Nera".

Mondiali antirazzisti 2016 - 3

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Mondiali antirazzisti, Uisp, Sport

Stampa Stampa