:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Scontro fra treni in Puglia, emergenza sangue: donano in tanti

Almeno 20 morti nell'incidente ferroviario nel Barese, tra Corato ed Andria. Su Twitter e Facebook i messaggi di dolore. In tanti rispondono all'appello dell'Avis: servono sopratutto donatori del gruppo 0. Allestito un pronto intervento sociale al Palazzetto dello sport di Andria

12 luglio 2016

ROMA - "Questo è il momento della commozione e delle lacrime ma vogliamo capire i responsabili di questa vicenda, chiediamo chiarezza e non ci fermeremo finché non sarà fatta". Così il premier Matteo Renzi interviene sul drammatico incidente ferroviario avvenuto questa mattina in Puglia, sul tratto della ferrovia regionale del Nord Barese tra Corato ed Andria. Il bilancio è di almeno 20 morti. "Mi unisco al cordoglio alle famiglie delle vittime", aggiunge. Intanto, il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio e il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio si stanno recando sul luogo dello scontro per assicurare il coordinamento delle operazioni di soccorso.  "Profondo dolore" e'' stato espresso dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. "Il mio primo pensiero - ha detto - va alle tante vittime e ai loro familiari, ai quali desidero far pervenire vicinanza e solidarieta''. Ai feriti rivolgo gli auguri di pronta guarigione". Il Presidente della Repubblica ha aggiunto: "Bisogna fare piena luce su questa inammissibile tragedia: occorre accertare subito e con precisione responsabilità ed eventuali carenze". 

Su Facebook l'Avis invita a donare il sangue recandosi negli ospedali di Andria, Trani, Molfetta, Barletta e Bari (servono sopratutto donatori del gruppo 0). La risposta è immediata. In serata sempre su Facebook i ringraziamenti a chi si è recato a donare.  "GRAZIE GRAZIE E GRAZIE ANCORA a tutti i nostri donatori AVIS e a tutti i donatori del mondo! Il volontariato e la solidarietà sono il motore della nostra società", ai legge sulla pagina Facebook l'Avis di Bari. Ancora ringraziamenti sulla pagina di Avis Andria: "In un momento così delicato e triste per la nostra comunità, volevamo ringraziare di cuore tutti coloro i quali si sono recati a donare questo pomeriggio presso il Bonomo di Andria (alcuni hanno percorso anche 150 km per venirci ad aiutare). Avete dimostrato quanto sapete essere solidali e per questo non vi ringrazieremo mai abbastanza". La raccolta proseguirà  anche nei prossimi giorni: domani 13 luglio donazioni con orario continuato dalle 8 alle 19 presso gli Ospedali di Molfetta, Andria, Barletta, Bari Policlinico, Bari S. Paolo, Bari Di Venere.

-

E intanto arrivano su Twitter e Facebook i messaggi di cordoglio: "Vicina a famigliari vittime e feriti dello scontro tra convogli ferroviari in Puglia. Spero si faccia presto chiarezza su cause disastro", scrive Laura Boldrini, presidente della Camera. "Stringersi attorno alle famiglie colpite, coordinare i soccorsi, scavare nelle cause": è quanto scrive il vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini. "Dolore e sgomento per il tragico incidente ferroviario in #Puglia. Vicino ai cari e alle famiglie delle vittime": è il messaggio del sindaco di Roma, Virginia Raggi. Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin: "La mia vicinanza alle famiglie delle vittime del gravissimo incidente ferroviario di Bari. Subito chiarezza sulle responsabilita''". Il cordoglio del presidente del Senato Pietro Grasso"Le notizie che giungono dalla Puglia sono strazianti. Sgomento e dolore per le vittime e i feriti. Grazie a chi sta prestando soccorso". 

“La nostra Regione è stata colpita da un gravissimo lutto: le vittime sono studenti universitari e lavoratori pendolari che non torneranno più alle loro famiglie, alle quali ci stringiamo con affetto infinito partecipando al loro dolore”. E’ quanto dichiarano congiuntamente i pugliesi Antonio Diella e Palma Guida, rispettivamente presidente nazionale dell’Unitalsi e presidente della sezione pugliese. “Domani in tutte le sezioni Unitalsi d’Italia – aggiungono - verranno ricordate le vittime con un momento preghiera per testimoniare la vicinanza della nostra Associazione alle loro famiglie, ma anche a tutta la nostra Regione così duramente colpita”. “La Sezione pugliese dell’Unitalsi - concludono - rimane fin da ora a disposizione dei familiari di tutti coloro che hanno perso la vita e dei feriti in questa immensa tragedia grazie anche alla rete capillare delle nostre sottosezioni pugliesi”.  

Allestito un pronto intervento sociale al Palazzetto dello sport di Andria. Dal presidente del Consiglio nazionale degli assistenti sociali, Gianmario Gazzi, il ringraziamento agli assistenti sociali che nell’immediatezza della tragedia hanno allestito  un punto di ascolto e assistenza per offrire supporto e sostegno ai familiari delle vittime. ”Vivo cordoglio per le vittime di questa immane tragedia che colpisce non solo la Puglia ma l’Italia intera, la più affettuosa vicinanza alle famiglie profondamente colpite negli affetti più cari oltre all’augurio più sincero di una pronta guarigione ai feriti", sottolinea ricordando che "nei prossimi giorni verranno concordate, con l’Ordine regionale della Puglia, tutte le ulteriori possibili azioni di supporto”.

Ultimo aggiornamento alle ore 19.40

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Matteo Renzi, Unitalsi, Laura Boldrini

Stampa Stampa