:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Terremoto, aperti centri trasfusionali di Roma e Rieti: già 100 donatori in fila

La Direzione Regionale Sanità del Lazio ha disposto l'apertura straordinaria, senza limiti di orario. Disposta anche l'attenuazione delle attivita' chirurgiche non urgenti programmate per mettere a disposizione sale operatorie e terapie intensive

24 agosto 2016

- Roma. - "La Direzione Regionale Sanita' del Lazio ha disposto l'apertura straordinaria dei centri trasfusionali di Roma e Rieti, per far fronte all'esigenza di sangue per l'evento sismico. Chi e' in possesso dei requisiti per donare il sangue e' invitato a recarsi in uno dei centri indicati sul sito www.salutelazio.it/salutelazio/donare-il-sangue che saranno aperti in via straordinaria, senza limiti di orario, in particolar modo quello dell''ospedale San Camillo de Lellis, in viale J.F. Kennedy, 1 a Rieti. Gia' ora sono piu' di 100 i donatori in fila presso la struttura reatina. Lo comunica in una nota la Regione Lazio. E' stata disposta anche l'attenuazione delle attivita' chirurgiche non urgenti programmate per poter mettere a disposizione dell'emergenza le sale operatorie e le terapie intensive, negli ospedali DEA di II e di I livello predisposti per l''attivita' di elisoccorso: Policlinico Umberto I, Policlinico Tor Vergata, Sant''Andrea, Policlinico Gemelli, San Filippo Neri, Sant'Eugenio, San Camillo di Roma. Inoltre e' stata richiesta disponibilita' anche, in seconda battuta, agli ospedali Spaziani di Frosinone, Belcolle di Viterbo e il Santa Maria Goretti di Latina. Si sta predisponendo, inoltre, presso la Asl di Rieti un''e''quipe regionale di psichiatri e psicologi per garantire il supporto alle persone piu'' fragili e agli anziani". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Terremoto centro Italia, Donazione sangue

Stampa Stampa