:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Convertito da diesel in elettrico: il viaggio per l’Italia del pulmino per disabili

Riconversione possibile grazie all’Unitalsi di Bolzano. "Laudato" - così è stato chiamato il mezzo - arriva domani, 31 agosto, a San Pietro. "Un viaggio speciale all'insegna del rispetto del creato e dell'abbattimento di ogni barriera, architettonica e culturale"

30 agosto 2016

ROMA - Restituire a nuova vita un furgone diesel inquinante, già adattato per il trasporto dei disabili, trasformandolo in un mezzo elettrico che è stato battezzato "Laudato" in omaggio all'Enciclica sull'ambiente "Laudato sii" di Papa Francesco. È questa la sfida affrontata e vinta dall'Unitalsi, Unione Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali, della sottosezione di Bolzano. Il mezzo speciale è appena partito per un viaggio "all'insegna del rispetto, della tutela del creato e dell'abbattimento di ogni barriera architettonica e culturale", assicurano i promotori. La partenza  dal Brennero, e la meta finale è piazza San Pietro.

Unitalsi Bolzano. Pulmino "Laudato"

Partito il 26 agosto, il primo pulmino "rigenerato" dal Brennero ha raggiunto le città di Bolzano, Verona e Carpi, il 28  a Rimini e Loreto, il 29 a Gualdo Tadino e infine a Roma il 31 agosto. In ogni tappa "Laudato" verrà accolto dai presidenti delle sottosezioni Unitalsi e dalle autorità civili e religiose. "Questo è un viaggio speciale - spiega Antonio Diella, presidente nazionale Unitalsi - e un segno di come la nostra associazione è attenta ai temi del rispetto e della tutela del creato che sono alla base dell'attenzione e della promozione della vita, soprattutto la più fragile".

- "Per realizzare questo progetto - commenta Renata Stevan, presidente Unitalsi sezione Triveneta - è stata importante la collaborazione e l'amicizia che ci lega alla sottosezione di Bolzano. Questo nostro pulmino era ormai inutilizzabile, ma si è rivelato perfetto per l'idea che avevano in mente. Con buona volontà e dedizione sono riusciti in questa grande impresa e siamo davvero contenti di poter vedere finalmente all'opera il frutto di questo lavoro fatto con tanta passione".

 "L'idea - dichiara Enrico Broccanello, presidente Unitalsi di Bolzano -è nata grazie all'incontro con una start-up di Bolzano nella movimentazione elettrica. La mobilità delle persone disabili è una priorità per la nostra associazione, così abbiamo creduto in questo progetto per offrire un ulteriore servizio abbattendo i costi e riducendo l'impatto ambientale. Abbiamo così anche tentato di rispondere all'auspicio di Papa Francesco, che nell'Enciclica Laudato si' parla di una tecnica messa al servizio di un progresso più umano, più sano, più sociale e integrale. "Laudato è la tappa finale di un lavoro durato mesi grazie al quale al pulmino, da tempo fermo per problemi meccanici e di inquinamento, è stato sostituito il motore endotermico in un apparato elettrico, salvando la struttura e l'allestimento. Questo ha permesso di dare nuova vita a un mezzo oramai in disuso, migliorando anche la qualità dell'aria e della vita a livello locale".

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Ambiente, Unitalsi

Stampa Stampa