:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

"Tutti matti per Colorno", la follia del teatro di strada riempie le piazze

Nona edizione per il festival organizzato dal Teatro Necessario che porta nella cittadina la magia e il talento di artisti di strada, acrobati e clown da tutto il mondo. Ospite d’eccezione di quest’anno è il Cirque Bidon, circo che viaggia a bordo di carovane trainate da cavalli. Dal 2 al 4 settembre

02 settembre 2016

Il Circo Bidone
Cirque bidon - Circo Bidone 2

- COLORNO (Parma) - Per il nono anno consecutivo Colorno, la cittadina in provincia di Parma, si trasforma nella capitale del circo contemporaneo internazionale. Dal 2 al 4 settembre torna, infatti, “Tutti matti per Colorno”, il festival organizzato dal Teatro Necessario in collaborazione con il Comune di Colorno e la Provincia di Parma con il sostegno della Regione e del Mibact. Per tre giorni ogni spazio urbano diventa un palcoscenico a cielo aperto e in ogni angolo, via e piazza si aprono universi affascinanti grazie alla magia e al talento di artisti di strada, acrobati e clown provenienti da tutto il mondo. L’edizione 2016 segna il ritorno a Colorno del Cirque Bidon, circo che viaggia per il mondo a bordo di carovane trainate da cavalli guidato da Francois Rauline Bidone, pionere del nouveaux cirque. “Per portarli a Colorno ci hanno chiesto di organizzargli la tournee italiana, così per noi il festival è iniziato l’11 giugno e poi ci sono state tante tappe di avvicinamento”, spiega Leonardo Adorni, direttore artistico del Festival. Nato in Francia negli anni Settanta, il Cirque Bidon segna un netto distacco dal circo tradizionale, quello con gli animali e portato avanti dalle grandi famiglie circensi, dando vita a una nuova forma artistica fatta di poetiche teatrali, pratiche acrobatiche, musica dal vivo e clownerie. La tournee italiana ha attraversato Lombardia, Piemonte ed Emilia-Romagna e si concluderà con la messa in scena dell’ultimo spettacolo “Bulle de Rêve” a Colorno. “È stata entusiasmante e tutti li aspettano”.

Brunette Brothers
brunette brothers

Tra gli ospiti della nona edizione ci sono anche gli Eia ovvero Elans imprevus accordés (Slanci imprevisti concordati), “compagnia di circo contemporaneo che ben impersonificano la poetica del festival perché usano linguaggi non verbali”, spiega Adorni. Quest’anno presentano “InTarsi”, spettacolo in cui quattro acrobati si muovono in una scenografia in costante metamorfosi che invita a guardare le cose da nuovi punti di vista. Dalla Danimarca arrivano i Brunette Brothers con uno spettacolo di teatro di figura “Il grandioso e il più picolo circo al mondo” la cui lavorazione è iniziata a Colorno due anni fa in una struttura messa a disposizione dal Comune, “che speriamo possa essere utilizzata per altre residenze artistiche”, e conclusa poi in Danimarca. Il programma completo si trova sul sito www.tuttimattipercolorno.it.

Les Rois Vagabonds
Les Rois Vagabonds

© Copyright Redattore Sociale

Tag: teatro

Stampa Stampa