:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

La biblioteca itinerante dei ragazzi autistici porta i libri nelle sale d'attesa

Oggi a Milano l'inaugurazione della sede centrale. Chiunque può donare volumi per arricchire la lista di titoli. L'iniziativa "Book box" è promossa da sei associazioni che si occupano di persone autistiche e fa parte di una serie di progetti che culmineranno nella costituzione della Fondazione "Dopo di noi durante noi"

29 novembre 2016

Milano - Porteranno libri e riviste nelle sale d'attesa di luoghi pubblici o provati e nelle sedi di associazioni. Sono i giovani di Book Box, biblioteca pubblica itinerante, inaugurata oggi nella sua sede centrale, la Casa solidale di Villa Finzi (in via Sant'Erlembardo). Book Box ha già anche altri sei "poli" in cui è possibile trovare i volumi. L'iniziativa è promossa da sei associazioni che si occupano di persone autistiche. Già perché i bibliotecari sono giovani con disturbi dello spettro autistico. Si occupano della catalogazione e della distribuzione dei libri nei diversi poli. "È un progetto bellissimo - commenta Pierfrancesco Majorino, assessore alle politiche sociali del Comune di Milano, che patrocina il progetto-. In questo modo i ragazzi saranno impegnati in un'attività che li potrà formare in un'ottica di avviamento al lavoro".

- Book Box ha bisogno di libri. Chiunque può donarli e andranno ad arricchire questa biblioteca itinerante che conta di diffondersi sempre di più, raggiungendo le persone dove vivono o lavorano. Il progetto è coordinato dall'associazione Fabula onlus. Le altre associazioni (dove ci sono anche i poli di Book box) sono: Cascina Bianca (via primule 3), cascina Biblioteca (via Galileo Ferraris 1/a), Fondazione Aquilone (via Tamigi 7), I percorsi (via Carlo Bazzi 68), La nostra comunità (via Zante 36) e Spazio Aperto servizi (via Mancinelli 3).

L'inaugurazione di Book Box è la prima di oltre trenta iniziative dedicate al mondo della disabilità che animeranno le prossime giornate e che culmineranno, giovedì 1 dicembre, con il seminario dedicato all'iter di costituzione della Fondazione "Dopo di noi durante noi", organizzato con l'Università statale di Milano. (Dp)

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Dopo di noi, Autismo

Ti potrebbe interessare anche…

Stampa Stampa