:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Cena di Natale al Four Seasons (curata dai Pinchiorri) per 80 anziani

A Firenze torna la tradizionale cena di Natale per gli anziani ospiti della struttura di Montedomini. Presenti il sindaco Dario Nardella e l’assessore al welfare Sara Funaro

19 dicembre 2016

FIRENZE – Natale si avvicina e come da tradizione arriva puntuale per gli anziani ospitati nella struttura Montedomini di Firenze l’appuntamento con l’Enoteca Pinchiorri e il Four Seasons Hotel, che stasera regaleranno a 80 di loro una cena da favola accompagnata da musica e fuochi d’artificio finali: Annie e Giorgio Pinchiorri hanno, infatti, rinnovato anche quest’anno la loro amicizia nei confronti di Montedomini e dei suoi ospiti e hanno deciso di collaborare ancora una volta con Patrizio Cipollini, general manager del Four Seasons, che ha voluto mettere di nuovo a disposizione per l’evento gli spazi dell’Hotel, contando sul prezioso contributo dell’Executive Chef del Ristorante stellato ‘Il Palagio’ Vito Mollica.

Alla cena con gli ospiti di Montedomini, che si terrà stasera alle 19 e che sarà l’occasione per scambiarsi gli auguri di buon Natale e felice anno nuovo, parteciperanno il sindaco Dario Nardella, l’assessore al Welfare Sara Funaro, il presidente del Quartiere 1 Maurizio Sguanci, il presidente, la vice presidente e il direttore dell’A.S.P. Firenze Montedomini Luigi Paccosi, Francesca Napoli ed Emanuele Pellicanò.

“Anche quest’anno l’Enoteca Pinchiorri e l’Hotel Four Seasons hanno fatto un bellissimo regalo di Natale agli anziani ospitati nella struttura di Montedomini - ha detto il sindaco Nardella -. La cena di qualità in un luogo bello e prestigioso accompagnata da vini pregiati, a cui fanno da contorno musica e fuochi d’artificio, è un evento che esula dalla quotidianità e fa vivere una serata speciale alle nonne e ai nonni, che così escono dalla struttura di via de’ Malcontenti per stare in compagnia all’insegna dell’allegria e del divertimento. Con questa cena vogliamo far sentire il nostro affetto e la nostra vicinanza ai nostri anziani e augurare loro un buon Natale e un felice anno nuovo”.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa