:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Torna la "Befana del clochard". Ed è dedicata alla legalità

Tradizionale pranzo per 200 senza dimora all’Hotel Principe di Savoia a Milano, promosso da City Angels: come camerieri studenti, magistrati, giornalisti e dirigenti dell'Agenzia delle Entrate. "Essere bravi cittadini significa infatti aiutare i più deboli, essere onesti e rispettosi delle regole"

04 gennaio 2017

- MILANO - Quest’anno la “Befana del clochard”, il tradizionale pranzo per 200 senzatetto all’Hotel Principe di Savoia a Milano, avrà un tema particolare: oltre alla solidarietà, la legalità. “Stavolta protagonisti saranno 50 studenti delle scuole Medie Superiori, selezionati tra 190 che ci hanno contattati, e insieme con loro persone impegnate sul fronte della giustizia - dice Mario Furlan, fondatore dei City Angels. - Vogliamo lanciare loro un triplice messaggio, di solidarietà, di legalità e di impegno civico: essere bravi cittadini significa infatti sia aiutare i più deboli, sia essere onesti e rispettosi delle regole. Per questo abbiamo invitato non i soliti volti noti, bensì persone che rappresentano i valori in cui crediamo”.

A indossare la pettorina dei City Angels saranno, oltre al Vicesindaco Anna Scavuzzo, David Gentili, presidente della Commissione antimafia presso il Comune; Ciro Cascone, Sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale dei Minori; Gloria Gambitta, magistrato specializzato nella tutela dei soggetti deboli; dieci dirigenti dell’Agenzia delle Entrate; Remo Danovi, presidente dell’Ordine degli Avvocati; Ferruccio Patti, presidente di Sos Impresa e Vicepresidente di Confesercenti; Andrea Painini, presidente di Confesercenti; Salvatore Crapanzano, presidente del Coordinamento dei Comitati di Quartiere. E poi il cantautore Marco Ligabue, da sempre impegnato nella lotta all’illegalità; il consigliere comunale Pietro Tatarella; il consigliere regionale Stefano Buffagni e, in rappresentanza della Regione Lombardia, Stefano Bolognini. Ci saranno anche la madrina dei City Angels e organizzatrice dell’evento, Daniela Javarone; la grafologa Candida Livatino; gli imprenditori Arturo Artom e Fabrizio Labanti; quattro direttori di testate giornalistiche: Claudio Brachino, direttore di Videonews; Giuliano Molossi, direttore del Giorno; Angelo Maria Perrino, direttore di Affaritaliani.it; Luca Levati, direttore di Radio Lombardia; e Paolo Pardini, caporedattore centrale del Tg3 Lombardia.

Il pranzo per i senzatetto sarà rigorosamente vegetariano, in segno di amore verso gli animali, e verrà preparato da Christian Garcia, chef personale del principe Alberto di Monaco, venuto apposta per l’evento; e dallo chef italiano Fabrizio Cadei. Il pranzo sarà preceduto da una benedizione nelle tre religioni abramitiche: dalla benedizione di Mons. Franco Buzzi, Prefetto della Biblioteca Ambrosiana; del rabbino Vittorio Bendaud, coordinatore del Tribunale rabbinico del Centro-nord Italia; e dell’imam Mohsen Mouelhi, Vicario generale della Confraternita dei Sufi in Italia. Con la pettorina degli Angels anche i presidenti della Comunità ebraica di Milano, Raffaele Besso e Milo Hasbani.

Dopo il pranzo, i clochard balleranno con la musica della band Alta Moda.’appuntamento è per mezzogiorno di venerdì 6 gennaio all’Hotel Principe di Savoia, in Piazza della Repubblica 17.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa