:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Terremoto, Vigili del fuoco italiani: “Miglior team al mondo”

Le squadre impegnate nei soccorsi nelle zone colpite dal sisma vincono il premio internazionale World of Firefighters - Conrad Dietrich Magirus Award, edizione 2016. Alla lettura del vincitore, un boato in sala e applausi a ripetizione.

29 gennaio 2017

ROMA – “Un’emozione indescrivibile, essere riconosciuti in un contesto internazionale, soprattutto in casa della Germania. Ma il primo pensiero, appena in sala è esploso il boato, alla parola ‘Italia!’, è andato a tutti i colleghi che ancora oggi sono sul campo per portare aiuto alla popolazione. Ecco, alla parola ‘Italia!’ mi sono detto: questo è per voi! Per me è stato un grande onore aver rappresentato i miei colleghi ad Ulma”. Antonio Di Malta, caposquadra dei vigili del fuoco, commenta a caldo la premiazione che poche ore prima lo ha visto con altri tre colleghi sul podio del premio internazionale più prestigioso: riconosciuti come ‘Miglior team al mondo per l’attività svolta in seguito al sisma che il 24 agosto 2016 ha colpito l’Italia centrale”.

E’ questa la motivazione con cui i vigili del fuoco italiani si sono aggiudicati la quinta edizione del prestigioso World of Firefighters - Conrad Dietrich Magirus Award, edizione 2016: il riconoscimento internazionale assegnato nell’ambito del concorso che premia i vigili del fuoco che si sono particolarmente distinti, a livello mondiale, in interventi di soccorso.
Il team italiano ha incontrato in finale le rappresentanze di altri otto Paesi: Austria, Brasile, Cile, Colombia, Danimarca, Francia, Polonia ed Emirati Arabi selezionati da una giuria internazionale specializzata. 

I nostri vigili sono stati scelti per l’attività svolta nelle zone colpite dal sisma, in particolare perché “il centro operativo nazionale - si legge in una nota del Dipartimento - è riuscito, in poche ore, a inviare sul posto e a coordinare, uomini e mezzi delle colonne mobili di tutta Italia. L’intervento congiunto dei diversi nuclei specialistici e delle squadre di terra ha permesso il salvataggio di numerose persone, estratte vive dalle macerie”.
Venerdì scorso, 27 gennaio, a Ulm, in Germania, i vigili del fuoco italiani sono saliti sul gradino più alto del podio, seguiti dai colleghi austriaci e da quelli brasiliani. Alla lettura del Paese del team vincitore, “Italia!”, si è levato in sala un boato e tutto il pubblico, in piedi, ha applaudito a ripetizione per la complessa opera di soccorso messa in atto in questi cinque mesi, in tutti i territori colpiti da un sisma che sta martoriando una vasta area dell’Appennino centrale.

La squadra italiana che ha partecipato, in rappresentanza del Corpo nazionale, era composta dal direttore Raimondo Montana Lampo e dal capo squadra Antonio Di Malta di Agrigento, dal capo squadra Oronzo Passabi di Lecce e dal vigile coordinatore Giovanni Salzano di Napoli. “Ringraziamo tutti coloro che ci hanno votato, è bello vedere espresso un tale sostegno", conclude Di Malta. (Teresa Valiani)

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa