:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Negli ospedali arrivano i tablet per i bambini malati

Grazie al progetto dell'associazione "Davide il drago", i piccoli ricoverati potranno seguire le lezioni della loro scuola, giocare o guardare film. Michele Grillo, presidente dell'associazione: "Scuola, tecnologia e medicina si danno una mano con l’obiettivo di promuovere il benessere dei bimbi"

06 febbraio 2017

MILANO - Servono per seguire le lezioni di scuola, per giocare, per guardare qualche cartone animato. Ma soprattutto aiutano a rendere meno pesante il ricovero in ospedale. Si tratta di 45 tablet, che vengono distribuiti alle pediatrie di 10 ospedali. Il progetto, "Connessi alla vita sempre, ovunque e in allegria", è promosso dall'associazione "Davide il Drago”, che da anni offre sostegno, attraverso numerose attività, ai bambini malati e alle loro famiglie. L’associazione ha vinto il bando di Fondazione Tim "Italiax10" che contribuisce finanziariamente al progetto e fornirà i tablet con connessione ad internet. Il 15 febbraio alcuni dei tablet verranno consegnati al Centro Letizia Verga dell’Ospedale San Gerardo di Monza e il 28 febbraio all’Ospedale Salvini  di Garbagnate Milanese. Mentre a novembre erano già stati distribuiti negli ospedali di Bari, Lecce, Firenze e Genova. 

I tablet possono essere usati per portare avanti i programmi della “Scuola in ospedale” avviati da diversi anni dal ministero dell’Istruzione, con l’obiettivo di tutelare e coniugare due diritti costituzionalmente garantiti: quello alla salute e quello all’istruzione. Vengono inoltre impiegati per favorire momenti di svago e di gioco, riconosciuti come parti integranti e fondamentali della cura perché riducono lo stress, alleviano dolore e paura e garantiscono ai piccoli pazienti il diritto di restare bambini anche durante il periodo in cui sono ricoverati. “Il traguardo da raggiungere - sottolinea Michele Grillo, presidente dell’Associazione Davide il Drago - non è solo in termini formativi, ma anche psicologici. Scuola, tecnologia e medicina si danno una mano con l’obiettivo di promuovere il benessere dei bimbi, che è la missione della nostra associazione, impegnata nella realizzazione di progetti per rendere più piacevole e meno doloroso il tempo che i piccoli pazienti devono trascorrere all’ospedale, superando le barriere imposte da malattie spesso molto gravi”. Nei tablet sono installate anche numerose applicazioni, tra cui filmati e giochi didattici, selezionate in base all’età degli utilizzatori, con funzione di “intrattenimento” educativo”. In alcuni casi, infatti, i tablet potranno essere utilizzati  per mostrare dei film o dei cartoni animati  per distrarre e tranquillizzare i piccoli pazienti durante l'esecuzione degli esami diagnostici. (dp)

© Copyright Redattore Sociale

Tag: bambini malati

Stampa Stampa