:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Azzardo, via le slot dal circolo Arci di Sesto Fiorentino

Il presidente della casa del popolo: “La dismissione delle slot è andata di pari passo con la costruzione di nuove attività culturali”

10 febbraio 2017

Slot circolo Arci

FIRENZE – Al Circolo Arci Padule di Sesto Fiorentino sono state eliminate le slot. Una decisione che il Consiglio direttivo, insediatosi un anno e mezzo fa, si è assunto come priorità e che finalmente è riuscito a portare a compimento. 

Come spiega Piero Landi, presidente del Circolo Arci Padule, si tratta di una scelta morale ed etica: “Il Circolo è nato ed esiste allo scopo di portare avanti un’attività socio-culturale e le slot non hanno niente a che vedere con questo tipo di finalità, anzi, tutt’altro. - Per questo, il nuovo Consiglio, lo scorso 31 dicembre ha deciso di spegnere le macchinette, proprio allo scoccare della mezzanotte, come segno di buon auspicio per l'anno nuovo”.

Circa cinquanta le persone presenti, in una serata che segna il nuovo corso del Circolo. Secondo i responsabili del circolo, togliere le slot è possibile e i guadagni in qualche modo arrivano lo stesso. La dismissione delle slot è andata di pari passo con la costruzione di nuove attività culturali, come quelle del ciclo "Un tuffo nell'arte" che porta i soci alla scoperta dei musei fiorentini e organizza periodici incontri nei locali del Circolo, sulla vita e le opere dei grandi pittori, scultori, artisti; oppure lo “Sportello del libero Scambio”, presso cui i soci possono prendere in prestito e scambiarsi gratuitamente libri, fino all’allestimento di mostre fotografiche all’interno del Circolo.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa