:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Giovani, teatro a 5 euro per gli under 30

L’iniziativa della Regione Toscana per favorire la cultura tra i giovani. Un modo per fidelizzare chi già è motivato, ma soprattutto provare ad avvicinare chi dal teatro è ancora distante ma potrebbe diventare domani uno spettatore appassionato

15 febbraio 2017

FIRENZE - Un biglietto per il teatro a cinque euro. E' l'opportunità che Fondazione Toscana Spettacolo onlus, creata dalla Regione nel 1989, riserva assieme a Unicoop Firenze ai giovani da diciotto a trenta anni. "Si tratta di un'iniziativa che coglie il tema del diritto alla cultura – commenta la vicepresidente ed assessore alla cultura, Monica Barni – e che non solo facilita l'accesso al teatro ma offre in un sito dedicato una panoramica delle opportunità che i ragazzi possono cogliere da soli". Un modo per fidelizzare chi già è motivato, ma soprattutto provare ad avvicinare chi dal teatro è ancora distante ma potrebbe diventare domani uno spettatore appassionato.

Il progetto, Under30, è stato presentato stamani a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, la sede della presidenza della Regione (nelle risorse correlate le immagini della campagna promozionale). L'offerta riguarda sedici teatri, tra i più belli della Toscana, ed altrettanti comuni del circuito della Fondazione Toscana Spettacolo, ovvero Lucca, Pisa, Siena, Arezzo, San Casciano in Val di Pesa, Borgo San Lorenzo, Vicchio, Empoli, Santa Croce sull'Arno, Cavriglia, Castelfranco Piandiscò, Castelfiorentino, Sansepolcro, Volterra, Montemurlo e Scandicci.

"I teatri sono lo scrigno della storia culturale di un territorio ma spesso i giovani  non conoscono questo luogo magico" annota Patrizia Coletta, direttore della Fondazione Toscana Spettacolo. "Le nostre offerte - dice - sono già promozionali. Il prezzo del biglietto medio non supera gli undici euro. Ma non ci bastava". Così è arrivato il progetto Under 30: un progetto aperto, che potrebbe ulteriormente aprirsi ad altre proposte culturali come i musei o il cinema e che gode al momento dell'appoggio anche di Unicoop.

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa