:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Disabilità, corso di progettazione su “durante e dopo di noi”

Aperte le iscrizioni al corso promosso da Cesvot e Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa Scopo del percorso formativo è rafforzare la capacità di intervento delle associazioni impegnate nell’ambito del “durante e dopo di noi”

16 febbraio 2017

FIRENZE – Aperte le iscrizioni al corso di progettazione sociale per il “durante e dopo di noi”. Il corso nasce da una proficua e ormai consolidata collaborazione tra Cesvot e Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, che ha permesso l’organizzazione di numerose iniziative di studio e formazione con specifico riguardo alla tutela delle persone con disabilità e al ruolo del volontariato.

- Scopo del percorso formativo è rafforzare la capacità di intervento delle associazioni impegnate nell’ambito del “durante e dopo di noi” su due ambiti specifici: la progettazione sociale e la raccolta fondi. La formazione sulla progettazione sociale si pone l’obiettivo di aiutare i partecipanti, partendo dalle teorie di riferimento del processo progettuale in ambito sociale, a sperimentare i principali strumenti di lavoro, anche di tipo informatico, per la stesura di un progetto. La formazione sulla raccolta fondi si pone l’obiettivo di affrontare con i partecipanti motivazioni, strategie e soluzioni tecniche della raccolta fondi nelle sue diverse forme più tradizionali e più innovative, incluse soluzioni digitali, ad applicare ad iniziative e progetti nell’ambito del “durante e dopo di noi”.

Il corso si svolge tra marzo e maggio 2017 e prevede 34 ore di formazione in aula. Alla conclusione della formazione in aula, nel periodo compreso tra maggio e dicembre, sarà erogato un servizio specifico di consulenza e accompagnamento per tutte quelle associazioni che volessero attivare piani di raccolta fondi. Il corso è rivolto a volontari di associazioni aderenti al Cesvot e a avvocati, assistenti sociali, funzionari pubblici, laureati, dottorandi, ricercatori. Sono previsti crediti formativi per avvocati e per assistenti sociali, sulla base degli accordi presi con i rispettivi ordini professionali.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa