:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Toscana, negli ospedali punti servizi per pazienti oncologici

SI tratta di un'innovazione organizzativa pensata dalla Regione per facilitare presso gli ospedali il percorso dei pazienti con tumore e superare la criticità dei tempi di attesa

17 febbraio 2017

- FIRENZE - Il Punto servizi per i pazienti oncologici è un'innovazione organizzativa pensata in Toscana per facilitare il percorso dei pazienti con tumore e superare la criticità dei tempi di attesa. I primi che verranno attivati nelle aziende ospedaliero universitarie e nelle aziende di area vasta saranno quelli dedicati al tumore alla mammella (entro marzo 2017). Poi il modello sarà esteso, entro giugno, alle altre tipologie di tumore: prostata, colon e polmone. In tutta la regione, il Punto servizi si chiamerà Aiuto (Assistenza, Informazioni, Urgenze nel Trattamento Oncologico) Point.

Domani, sabato 18 febbraio, dalle 10 alle 12, l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi inaugurerà il primo Punto servizi della Toscana, quello della Aou Pisana, nella sede del Polo oncologico dell'ospedale Santa Chiara, edificio 22, a Pisa. Con l'assessore saranno presenti la direzione aziendale dell'Aou Pisana: il direttore generale Carlo Rinaldo Tomassini, il direttore sanitario Fabrizio Gemmi, il direttore amministrativo Carlo Milli; il direttore del Polo oncologico dell'Aou Pisana Alfredo Falcone; il direttore del Centro senologico Manuela Roncella; il direttore Innovazione, sviluppo, analisi dei processi Marco Nerattini; il direttore di ITT (Istituto Toscano Tumori) e ISPO (istituto per lo studio e la prevenzione oncologica) Gianni Amunni; la dirigente del settore qualità dei servizi e reti cliniche della Regione Maria Teresa Mechi.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa