:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Premio Amnesty: ecco le 10 canzoni sui diritti umani in gara

Quella del 2017 è la quindicesima a edizione del Premio dedicato ai big della musica italiana ed emergenti. Dal 20 al 23 luglio il festival “Voci per la libertà”, che ospita il premio. Scadenza il 22 aprile, per gli artisti che si iscriveranno entro l’11 marzo c’è l’opportunità in più del premio Web Social.

24 febbraio 2017

ROMA - “Niente rotte regolari solo porti alternativi, pronti a salpare”. La ripartenza del Premio Amnesty International Italia, giunto nel 2017 alla sua 15a edizione, si ricollega idealmente al brano vincitore del 2016, “Pronti a salpare” di Edoardo Bennato. Lo spiega in una nota l'organizzazione. "Possiamo prendere in prestito queste sue parole, calandole in un contesto totalmente differente, per salutare la ripresa dei lavori che porteranno, tra il 20 e il 23 luglio 2017, alla 20a edizione del festival “Voci per la libertà”, che ospita il Premio, così come quello destinato agli emergenti"

- Il bando di concorso è online sul sito della rassegna, www.vociperlaliberta.it. Sono “porti alternativi”, dicevamo, quelli toccati dalle 10 canzoni candidate al premio riservato ai big della musica italiana. Ecco, in rigoroso ardine alfabetico, i 10 brani che Amnesty International Italia e Voci per la Libertà hanno selezionato quest’anno: Arisa con “Gaia”;
Enzo Avitabile e Francesco De Gregori con “Attraverso l’acqua”; Irene Fornaciari con “Blu”; Litfiba con “Straniero”; Nada con "Ballata triste"; Noemi con “Amen”;
Mannarino con “Apriti cielo”; Mau Mau con"Con chi fugge"; Perturbazione con “ Dipende da te”; Punkreas con “Mediterraneo Coast to coast”. Il riconoscimento verrà assegnato, da una giuria specializzata, alla canzone che "meglio di altre ha saputo promuovere gli argomenti cari ad Amnesty International".

Amnesty International e Voci per la Libertà premiano non solo i volti noti della musica italiana, ma sono ogni anno alla ricerca del brano più rappresentativo delle tematiche legate ai diritti umani proveniente dalla scena emergente. Per questo motivo lanciano il bando di concorso che assegna il Premio Amnesty International Italia Emergenti. La scadenza del bando è il 22 aprile 2017 ma per tutti gli artisti che si iscriveranno entro l’11 marzo c’è l’opportunità in più del premio Web Social. Tutte le informazioni.

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Musica, Amnesty International

Stampa Stampa