:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Razzismo sui campi da gioco, un numero verde per segnalare i casi

Si chiama Sportantenne ed è il progetto della Uisp Firenze che intende evitare e contrastare le discriminazioni etniche e razziali di qualsiasi livello. E’ possibile segnalare gli episodi telefonando o scrivendo una mail

15 marzo 2017

- FIRENZE - Uisp Firenze rizza le antenne. E’ partito il progetto “Sportantenne: prevenzione, emersione e mediazione per combattere le discriminazioni”. L’obiettivo è quello di evitare e contrastare le discriminazioni etniche e razziali di qualsiasi livello. Come tristemente ci insegnano i fatti di cronaca, vedi il bambino picchiato su un campo di calcetto a Torino per aver difeso il compagno da insulti razzisti, neanche il mondo dello sport è al sicuro da questi episodi. 

Tutti possono “rizzare le antenne” e dare il loro contributo per segnalare episodi di discriminazione di stampo etnico-razziale percepiti, diretti o indiretti. Ci si può rivolgere al numero dell’Antenna territoriale Uisp Firenze: 347-6816858 o scrivere un’email sportantenne.firenze@uisp.it al coordinatore territoriale del progetto Leonardo Sbolci di Uisp Firenze per denunciare quanto avvenuto.

Non solo. In città è stato istituito un tavolo antirazzista territoriale a cui aderiscono associazioni e organizzazioni da sempre impegnate nel sociale: Anelli Mancanti, Aspig, Cgil Firenze, cooperativa Il Cenacolo, Oxfam Italia, Kenosis, Spazi Attivi e il Viola club antirazzista. Il coordinamento territoriale si occuperà della prevenzione e della sensibilizzazione della cittadinanza sul tema, dall’altro lato è al lavoro per organizzare eventi sportivi con un messaggio forte e chiaro di solidarietà, uguaglianza, lotta al razzismo ed alle discriminazioni.

“Ci siamo già riuniti tre volte e alcune iniziative sono in fase avanzata di progettazione -racconta Leonardo Sbolci di Uisp Firenze-. Un primo momento sarà organizzato a giugno in occasione della giornata del rifugiato, iniziativa portata avanti con successo dall’Unhcr. Altro appuntamento da non perdere sarà l’evento ‘Firenze aspetta i mondiali antirazzisti’ previsto per la prima settimana di luglio”. 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa