Toscana, campagna in cinese su WeChat per prevenire incidenti sul lavoro

Al via la campagna di sensibilizzazione della Regione tra le comunità cinesi di Prato, Firenze e Pistoia. Saranno affissi manifesti e volantini intorno alle fabbriche tessili

20 marzo 2017

FIRENZE – Per garantire la sicurezza sul lavoro nelle fabbriche cinesi, la Regione Toscana lancia una campagna straordinaria di prevenzione attraverso manifesti e volantini in lingua cinese e attraverso una sensibilizzazione su WeChat, il social network più usato dalla comunità cinese. 

- La campagna partirà ad aprile nelle province di Firenze, Prato e Pistoia e si chiama ‘La sicurezza di oggi è il benessere di domani’. Nei manifesti e nei volantini, che saranno diffusi nei dintorni delle aziende, oltre agli ideogrammi cinesi, ci sono lavoratori cinesi in foto. “Ridurre gli incidenti sul lavoro si può, basta volerlo – ha detto l’assessore regionale alle politiche sociali Stefania Saccardi presentando la campagna – Le aziende si devono attrezzare e devono rispettare le regole. Ed è necessario stabilire un’alleanza tra datori di lavoro e lavoratori”.

Per contrastare le irregolarità nel lavoro, la Regione porta avanti il progetto Lavoro Sicuro, con controlli mirati nelle aziende del comprensorio cinese. Da quando il progetto è partito, nell’estate 2014, sono state fatte numerose multe per un ammontare di totale di circa 10 milioni di euro.

 

 

© Copyright Redattore Sociale