:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Solidarietà, l'olio per la pace sostiene Medici senza frontiere

Sarà presentato oggi, in occasione di Vinitaly e Sol&Agrifood, il progetto promosso da Premiati Oleifici Barbera in collaborazione con Coop Alleanza 3.0 per sostenere la ong che aiuta i migranti. L’olio sarà distribuito in oltre 420 punti vendita italiani: per ogni bottiglia venduta saranno devoluti 0,50 euro a Msf

10 aprile 2017

Olio per la pace

Verona - Sarà presentato oggi, in occasione della 51° edizione di Vinitaly e Sol&Agrifood, le fiere italiane del vino e dell’agroalimentare di qualità più attese in Italia, il progetto Olio per la pace promosso da Premiati Oleifici Barbera in collaborazione con Coop Alleanza 3.0 per sostenere Medici senza Frontiere. Presso Palcoscenico Sicilia, lo spazio istituzionale del Padiglione 2, dedicato ad ospitare gli eventi promossi da assessorato siciliano all'Agricoltura, istituto regionale vini e oli di Sicilia e Cronachedigusto.it, sarà svelata in anteprima, alla stampa e agli operatori di settore, la nuova etichetta “Olio per la Pace” di Premiati Oleifici Barbera. 

“Per realizzare l’Olio per la Pace – afferma Manfredi Barbera, amministratore unico di Premiati Oleifici Barbera - abbiamo selezionato i migliori oli di Tunisia, Spagna e Grecia e li abbiamo uniti all’olio italiano per dare vita a un prodotto che possa esprimere al meglio sapori e profumi mediterranei. Con questo progetto vogliamo affermare che biodiversità e integrazione possono convivere armoniosamente in un unico olio, così come ci insegna il modello siciliano. La Sicilia infatti, grazie alla sua posizione geografica nel cuore del Mediterraneo, come una madre generosa ha sempre accolto e unito religioni, culture e tradizioni differenti tra loro, nel segno della convivenza pacifica. Questo progetto prende avvio nel 2015 con il campo sperimentale di Zagaria, in provincia di Enna, dove sono state messe a dimora 400 varietà di olivo di tutto il mondo. Ed oggi, in considerazione del momento storico che stiamo attraversando, abbiamo deciso insieme a Coop Alleanza 3.0 di rilanciare il progetto iniziale, creando quest’etichetta in favore di Medici senza Frontiere. Speriamo – conclude Barbera – che l’olio possa diventare simbolo e ambasciatore dell’amicizia e pace tra i popoli”.

L’Olio per la Pace sarà distribuito in oltre 420 punti vendita italiani di Coop Alleanza 3.0, la più grande cooperativa di consumatori del nostro paese presente in 12 regioni italiane, che sposa la dimensione imprenditoriale con quella etica e sociale. 

"Abbiamo accolto con entusiasmo questa iniziativa, perché qualità e solidarietà sono punti fermi del nostro impegno. In questi anni – afferma Dino Bomben, vicepresidente vicario di Coop Alleanza 3.0 – abbiamo sostenuto Medici Senza Frontiere per dare risposta concreta e immediata alle principali emergenze medico-umanitarie, come per l’Ebola in Sierra Leone nel 2014 e 2015 e l'uragano Matthew ad Haiti nello scorso mese di ottobre. Da oltre 15 anni siamo al loro fianco grazie alla sensibilità dei nostri soci, sempre  pronti a rispondere quando si tratta di dare una mano ai Paesi e alle popolazioni in difficoltà. Dal 2001 a oggi Coop Adriatica, Coop Consumatori Nordest e Coop Estense - dal 2016 unitesi in Coop Alleanza 3.0 - hanno donato a Medici senza Frontiere circa 6,7 milioni di euro". 

Premiati Oleifici Barbera e Coop Alleanza 3.0 insieme sostengono Medici Senza Frontiere. Infatti, per ogni bottiglia di “Olio per la Pace” venduta, saranno donati 0,50 euro alla Ong per sostenere le missioni degli operatori umanitari, impegnati ogni giorno a offrire soccorso e cure mediche a milioni di persone che, per sopravvivere, sono costrette a fuggire dai propri paesi, rischiando la vita in lunghi viaggi della speranza. 

“Siamo molto grati di essere stati scelti come destinatari di questa iniziativa” - afferma Marco Bertotto, responsabile advocacy di Medici Senza Frontiere - .  Anche noi come Msf abbiamo un rapporto privilegiato con il Mediterraneo. Siamo ogni giorno in mare per salvare vite umane. E nei paesi che lo circondano portiamo aiuti medico-umanitari a migliaia di persone in fuga da guerre, persecuzioni e povertà, nel loro drammatico viaggio per trovare un po’ di sicurezza. È un’azione enorme e questo aiuto sarà prezioso”. 

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Medici senza frontiere, Coop, Solidarietà

Stampa Stampa