:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Don Milani e suo padre, un libro ne racconta il rapporto

Valeria Milani Comparetti, la nipote di Don Milani, ha letto e catalogato i documenti in possesso della famiglia e ha scoperto quanto fosse stato importante Albano, il padre del sacerdote

13 aprile 2017

FIRENZE – Se Don Milani è stato Don Milani, le ragioni profonde stanno anche nel suo rapporto col padre, figura centrale nella sua formazione. A raccontarlo è Valeria Milani Comparetti, la nipote di Don Milani, nel libro ‘Don Milani e suo padre. Carezzarsi con le parole’. 

Quando lo zio è morto, l’autrice era ancora una bambina e lo ricorda ammalato, quando andava a visitarlo con suo padre Adriano, medico, che aveva in cura il fratello. Incoraggiata dalla zia Elena, Valeria ha letto e catalogato i documenti in possesso della famiglia e ha scoperto quanto fosse stato importante il nonno Albano, che lei non ha mai conosciuto perché è morto nel 1947, nell’educazione e formazione culturale e sentimentale dei figli, in particolare di Lorenzo.

L’autrice ci parla della famiglia di don Lorenzo, dell’ambiente sociale e culturale in cui è cresciuto e si è formato, e soprattutto dei rapporti con Albano, un uomo colto e complesso, sconosciuto ai suoi nipoti e agli studiosi del figlio. Riordinando l’archivio di famiglia, Valeria Milani Comparetti ricostruisce una storia che va ben oltre la testimonianza, presentando lettere e documenti inediti, che saranno fondamentali per studi successivi su don Lorenzo.

Il sottotitolo del libro, ‘Carezzarsi con le parole’, fa riferimento all’atmosfera familiare alto borghese della famiglia di don MIlani, improntata a regole di comportamento molto formali. Però i genitori Milani erano tuttavia molto affettuosi con i loro figli, un affetto espresso sobriamente, ma ricco di una fitta comunicazione anche verbale, nella quale i bambini hanno diritto di fare domande ed esprimere opinioni sulle quali si discute. 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa