Con il camper giallo trasformare le città a misura di ipovedente

L'impresa è di Dario Sorgato, designer ipovedente e giramondo, che insieme ad alcuni amici ha fondato "Noisyvision". Undici tappe tra Lombardia, Toscana, Emilia Romagna e Veneto per sensibilizzare amministratori pubblici e cittadini sulle esigenze di chi ha gravi problemi di vista

20 aprile 2017

MILANO - Per ora le tappe sono 11, tra Lombardia, Toscana, Emilia Romagna e Veneto. Le faranno a bordo di un camper giallo e si fermeranno nelle principali piazze - di Parma, Brescia, Monzuno, Barberino del Mugello, Fiesole, Bologna, Imola, Longare, Milano, Abano Terme e Pieve di Sacco -, per lanciare un messaggio: colorate le vostre città di giallo. L'impresa è di Dario Sorgato, designer ipovedente e giramondo, che insieme ad alcuni amici ha fondato "Noisyvision", associazione che ha come obiettivo quello di "creare una rete di individui pronti a condividere le loro capacità, risorse, storie ed esperienze per migliorare la vita delle persone con diverse abilità visive e/o uditive, e permettere ad altri di comprenderle meglio". Come spesso ripete Dario Sorgato, uno dei problemi principali degli ipovedenti è che marciapiedi, scale, pali, panchine e ogni altro arredo della città sono poco contrastati. Per un ipovedente le cose con colori poco contrastanti sono quasi invisibili. Da qui la necessità di colorare le città di giallo: un modo per rendere vivibile strade e piazze anche per chi ci vede poco. Dario da un paio di anni ha lanciato la campagna "Yellow the world" ed è salito fino al campo base dell'Everest per dare visibilità al messaggio. "Durante il tour in Italia incontreremo anche gli amministratori pubblici -racconta Dario-. Vogliamo sensibilizzarli e spiegare a tutti quali sono le esigenze di una parte della popolazione, quella ipovedente".

- Il tour inizia l'11 maggio, da Parma, e ad ogni tappa verrà proiettato il documentario "Anche agli dei piace giallo", realizzato in occasione del cammino da Bologna a Firenze di un gruppo di ipovedenti. "È stata un'esperienza straordinaria -racconta Dario, che è stato tra gli organizzatori dell'impresa-. La realtà è che ogni persona dovrebbe essere messa in grado di poter fare quello che desidera e sentirsi a suo agio in ogni luogo. Per questo dobbiamo trasformare le nostre città. E iniziare a colorarle di giallo". Il calendario completo delle tappe è su www.noisyvision.org. (dp)

© Copyright Redattore Sociale