:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Primo maggio, a Terracina il “concertone” di Anmil per la sicurezza sul lavoro

“#Primomaggioterracina” è l’iniziativa organizzata da Anmil e dal Comune: dalle 10.30, per oltre 7 ore, sul palco si alterneranno musica e interventi, mentre sul lungomare saranno esposte una barca accessibile e una handbike. Bettoni: “Il lavoratore deve comprendere che nulla ha più valore della sua salute. E l’impresa deve credere nell’importanza degli investimenti in sicurezza”

29 aprile 2017

ROMA – Musica e sport insieme, per festeggiare i lavoratori ma soprattutto celebrare e promuovere la sicurezza sul lavoro: “#Primomaggioterracina” è l’iniziativa promossa da Anmil e Comune, in programma da mattina a sera, tra palco e lungomare. Nell’Arena del Molo, si alterneranno artisti del calibro di Teresa De Sio, Mariella Nava, Paola Minaccioni, Skuba Libre, Muro del Canto, Galoni, Chicken Production, Marco Martinelli e la voce straordinaria di Stefano De Sando. L’intera manifestazione sarà condotta dalla giornalista Luce Tommasi. Le performance saranno intervallate da alcuni interventi delle autorità locali e rappresentanti di Anmil.

Sul lungomare di Terracina, saranno esposte una imbarcazione a vela completamente accessibile a persone con disabilità e una handbike. Atleti paralimpici di Anmil Sport Italia mostreranno le opportunità offerte dal paraciclismo, mentre istruttori della Scuola di Vela e di Navigazione di Sabaudia forniranno informazioni alle persone interessate che potranno anche prenotare una prova gratuita nei giorni successivi, presso la Scuola Vela.

Ogni giorno in Italia ci sono quasi 2.000 incidenti nei luoghi di lavoro, 3 persone muoiono e oltre 100 rimangono permanentemente invalide a causa della mancata prevenzione. “La prevenzione è un obiettivo da perseguire a 360° attraverso un vero e proprio cambiamento culturale – afferma il presidente nazionale Anmil Franco Bettoni, che la mattina del primo maggio sarà ospite al Quirinale per l’incontro con i nuovi Maestri del Lavoro – dove il lavoratore deve comprendere che nulla ha più valore della sua salute e deve essere consapevole dei rischi connaturati alla propria attività lavorativa, pretendendo che siano garantite tutte le misure necessarie per la propria sicurezza. A sua volta, l’impresa deve credere nell’importanza degli investimenti in sicurezza, fare di questa un obiettivo da perseguire e non solo un onere a cui adempiere, per il miglioramento continuo delle condizioni di lavoro al suo interno”.

© Copyright Redattore Sociale

Tag: 1 maggio, Festa del lavoro, Sicurezza lavoro, Lavoro, Incidenti sul lavoro, Anmil

Stampa Stampa