:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Toscana, 56 milioni per prevenire il rischio sismico nelle scuole

Il piano è stato presentato dalla Regione al Ministero dell'Istruzione a seguito dei tragici eventi che hanno colpito l'Italia centrale fra agosto e ottobre dell'anno scorso

28 aprile 2017

FIRENZE – Un piano da 56 milioni di euro per 103 interventi di adeguamento o miglioramento sismico delle scuole in Toscana. Lo ha presentato la Regione al Ministero dell'Istruzione a seguito dei tragici eventi che hanno colpito l'Italia centrale fra agosto e ottobre dell'anno scorso e su di esso sono attese risposte a breve. E' questa una delle azioni che si inseriscono nell'attività che gli assessorati regionali all'ambiente e difesa del suolo e all'istruzione e formazione stanno portando avanti sulla messa in sicurezza sismica degli edifici pubblici e non, e soprattutto sulle scuole toscane.

"Ci stiamo adoperando a 360 gradi – ha detto l’assessora regionale all’ambiente Federica Fratoni – consapevoli della fondamentale importanza che ha l'attenzione alla prevenzione sismica. Con il settore sismica abbiamo definito tutto quanto necessario per la più efficiente e efficace programmazione dell'impegno dei fondi a disposizione, al contempo per dare supporto ai Comuni e ai cittadini promuovendo le diverse opportunità che si presentano oggi per la prevenzione, compreso il sisma bonus. Con la collega Grieco, con la quale abbiamo un fattiva collaborazione per le attività connesse alla gestione dei fondi per gli interventi sugli edifici scolastici, siamo convinte che le strade ed i percorsi siano chiari e già tracciati. E che la Regione Toscana, attraverso il nostro impegno e quelle delle nostre strutture operative, farà tutto quanto necessario per migliorare la sicurezza, in primo luogo degli edifici scolastici".

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa