:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Detenuti in strada con gli operatori per assistere i senza dimora

Sei detenuti delle carceri di Bollate e Opera: tre sere alla settimana gireranno per la città insieme ai volontari delle unità di strada della Croce rossa. “Per la prima volta nella loro vita da detenuti, avranno la possibilità di mettersi al servizio degli altri”

02 maggio 2017

MILANO - Sarà un mese di maggio particolare per sei detenuti delle carceri di Bollate e Opera: tre sere alla settimana gireranno per la città insieme ai volontari delle unità di strada della Croce rossa italiana che assistono i senza dimora. "Hanno prima frequentato il nostro corso per operatore sociale in qualità di uditori - racconta Raffealla Menini, vicepresidente della Cri di Milano -.
- Per la prima volta nella loro vita da detenuti, avranno la possibilità di mettersi al servizio degli altri. Si dovranno confrontare con la povertà e il bisogno di aiuto di persone emarginate". Si tratta di detenuti che devono scontare condanne molto lunghe: "Quello che cerchiamo di offrire loro con questo progetto è un percorso di risocializzazione e solidarietà -aggiunge-. Finora si sono impegnati molto, si sono messi in gioco".

La unità di strada della Croce rossa portano genere di prima necessità alle persone che vivono in strada: dalle bevande calde alle coperte e sacchi a pelo. 

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Detenuti, Senza dimora

Stampa Stampa