:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

"Un battito d’ali", bando per promuovere lo sport tra i disabili

Presentato oggi in Toscana il bando finalizzato a sostenere iniziative per favorire l'avviamento alle pratiche sportive delle persone disabili

08 maggio 2017

- FIRENZE - Un bando finalizzato a sostenere iniziative per favorire l'avviamento alle pratiche sportive delle persone disabili, affinché grazie allo sport possano iniziare un percorso di emancipazione psico-fisico-sociale. E' "Un battito d'ali per lo sport", bando indetto dal Comitato Italiano Paralimpico (Cip) della Toscana che mette a disposizione, per l'anno 2017, risorse economiche pari a 30.000 euro (delle 80.000 ricevute dalla Regione) per l'avviamento all'attività sportiva paralimpica. Il bando, il primo di questo genere in Toscana, è stato presentato oggi, 8 maggio 2017, dall'assessore a sport, sociale e diritto alla salute Stefania Saccardi e da Massimo Porciani, presidente del Cip Toscana.

"Questo è un progetto – ha detto l'assessore Saccardi - che vuole rilanciare l'attività paralimpica, far praticare lo sport da chi non lo pratica. Perché lo sport è inclusione, socialità, salute, e ciò vale anche per chi ha delle disabilità. Sono i motivi che ci hanno spinto a finanziare il bando "Un battito d'ali per lo sport" elaborato dal Cip toscano".

Il bando è rivolto alle associazioni e società sportive e a organizzazioni non lucrative di utilità sociale che operano sul territorio della Toscana. L'entità del contributo da destinare ad ogni singolo progetto sarà di 2.500 euro. Premessa per partecipare al bando è un accordo di collaborazione che il candidato dovrà stipulare con una o più Federazione sportiva paralimpica o disciplina sportiva paralimpica. Non potrà essere presentato più di un progetto riferito al bando. Il testo si trova sul sito del Cip Toscana. 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa