:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Sindrome di Down, "se cambiassimo prospettiva?”: storie contro i pregiudizi

Il 13 maggio a Milano un’intera giornata dedicata al racconto, alla condivisione di esperienze e alla diffusione di buone prassi. Cinque panel tematici (diritti, scuola, lavoro e ruolo sociale, autonomia e abitare), con cinque voci di esperti di settore. Organizzano Agpd onlus e PianetaDown onlus

09 maggio 2017

- ROMA - Storie per fare cultura e abbattere pregiudizi. Sindrome di Down: e se cambiassimo prospettiva? La forza della diversità il valore della scelta. È questo il focus del convegno che si terrà sabato 13 maggio, dalle 9 alle 18, presso Unicredit Pavilion, a Milano. A promuoverlo sono Agpd onlus e PianetaDown onlus, due associazioni unite da un obiettivo comune: fare cultura sulla diversità. Le due organizzazioni hanno scelto di celebrare i rispettivi compleanni, 35 anni la prima e 10 la seconda, con un evento aperto alla cittadinanza, che verrà ospitato nel nuovo quartiere Garibaldi-Porta Nuova, uno dei luoghi simbolo della città che cambia e guarda al futuro.

Un’intera giornata dedicata al racconto, alla condivisione di esperienze e alla diffusione di buone prassi. Cinque i panel tematici: diritti, scuola, lavoro e ruolo sociale, autonomia e abitare, 5 voci di esperti di settore. Saranno presenti Carlo Giacobini, operatore sociale e divulgatore scientifico, responsabile dei siti superando.it e handylex.org , Carlo Lepri, psicologo e formatore tra i fondatori del Centro studi per l’integrazione lavorativa delle persone disabili, Carlo Scataglini, insegnante di sostegno, autore di testi di narrativa per ragazzi e di didattica facilitata, Anna Contardi, coordinatrice nazionale dell’Associazione italiana persone Down e Sergio Silvestre, presidente di CoorDown Onlus. Alle loro voci si uniranno 5 giovani con sindrome di Down, attori in prima persona di esperienze di vita scolastica, lavorativa e sociale: Marta Sodano, Marco Merlini, Carlotta Sganga, Spartaco Zugno e Silvia d’Andrea . Nel corso della giornata verranno inoltre proiettati 2 video e ci sarà spazio per il dibattito.

“Spesso i neo-genitori ci pongono domande sulle persone con sindrome di Down non diverse da quelle che ci vengono poste dagli operatori delle scuole o dai referenti delle aziende con cui entriamo in contatto - dice Rita Viotti, presidente di Agpd onlus -: cosa può fare? può cavarsela da solo? c’è un lavoro adatto a lui? Da qui l’idea di un convegno con scopo informativo, divulgativo e di sensibilizzazione, nato dalla consapevolezza che la piena inclusione delle persone con disabilità, e nello specifico con sindrome di Down, sia limitata da barriere anzitutto di natura culturale”.

Per Martina Fuga, presidente di Pianeta Down onlus, “conoscere le reali potenzialità delle persone è il punto di partenza per superare il pregiudizio e le basse aspettative. Per questo abbiamo pensato ad un evento aperto ai familiari delle persone con sindrome di Down, ma anche a tutti coloro che sono interessati a tematiche legate alla sindrome. L’evento porrà dunque al centro le storie, offrendo testimonianze concrete di vita sociale e lavorativa, per favorire lo scambio e la condivisione di esperienze. L’auspicio è che questo possa aiutare i genitori a mantenere alte le aspettative nei confronti dei propri figli, possa motivare gli operatori e i professionisti nella ricerca di sempre nuove soluzioni e strategie, e infine possa offrire a tutti una visione quanto più completa delle persone e delle loro specificità”. Il convegno vede tra i patrocinatori Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano, Comune di Milano; si svolgerà con il supporto di Google Italia e "Ramada Plaza Milano.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa