:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

"Sognando Gianni Morandi" vince il premio per i "grandi comunicatori"

“Un’esperienza di comunicazione efficace, originale, solidale e sostenibile”: il Premio Città di Sasso Marconi ai grandi comunicatori del nostro tempo consegnato il 13 maggio. Il documentario realizzato da Associazione d’iDee con la regia di Antonio Saracino mostra il percorso verso l’autonomia di un gruppo di ragazzi con sindrome di Down

09 maggio 2017

BOLOGNA - “È un progetto che unisce in modo sapiente e originale le potenzialità dell’audiovisivo con l’autorevolezza dei media tradizionali, sfruttando la versatilità e la freschezza delle piattaforme digitali social”: è questa la motivazione che ha portato all’assegnazione del “Premio Città di Sasso Marconi ai grandi comunicatori del nostro tempo” conferito in occasione della rassegna “Marconi Radio Days” al documentario “Sognando Gianni Morandi”. “La triangolazione tra i soggetti coinvolti nel progetto – continua –, unita alla serietà di Giovanni e dei suoi amici, ha dato vita a un’esperienza di comunicazione efficace, originale, solidale e sostenibile”. 

Il documentario è stato realizzato da Associazione d’iDee con la regia di Antonio Saracino. In 28 minuti racconta la quotidianità e il percorso verso l’autonomia di un gruppo di ragazze e ragazzi con sindrome di Down (seguiti proprio da Associazione d’iDee) a partire dal loro sogno di conoscere e cantare con il loro idolo Gianni Morandi, è stato prodotto dalle agenzie bolognesi Filandolarete e Agenda, con musiche originali di Luca Giovanardi e la voce narrante di Massimo Cirri della trasmissione Caterpillar su Radio 2.

I protagonisti di “Sognando Gianni Morandi” saranno premiati, insieme con Enrico Mentana, Licia Colò e a Radio Immaginaria, in una cerimonia in programma sabato 13 maggio alle ore 17 al Teatro Comunale di Sasso Marconi (piazza dei Martini 5). L’ingresso libero fino a esaurimento dei posti.

“Con il documentario abbiamo voluto mostrare come la vita indipendente sia un obiettivo raggiungibile per le persone con sindrome di Down quando vengono opportunamente sostenute e incoraggiate – spiega Rosanna De Sanctis, presidente di Associazione d’iDee –. Il premio del Comune di Sasso Marconi ci inorgoglisce perché conferma la bontà del nostro lavoro, così come i tanti inviti che abbiamo ricevuto, da parte di università e di associazioni come la nostra, che hanno voluto conoscere la nostra esperienza”.

Presentato in anteprima al Mast di Bologna il 13 marzo scorso e poi trasmesso da Rai 3 (e domenica 7 maggio ha aperto il concorso “Lavori in corto” di Torino), “Sognando Gianni Morandi” è stato accompagnato durante la sua lavorazione da una campagna di crowdfunding e sui social network, che ha attirato l’attenzione dei media locali e nazionali. “Abbiamo pensato questo progetto con un approccio multicanale, in cui il documentario è stato affiancato, sin dall’ideazione e dalla ricerca di finanziatori, da un’attività sui social – spiega il regista Antonio Saracino –. Questo ci ha permesso di raccogliere sin da subito interesse verso una storia che meritava di essere raccontata con autenticità e passione, come quella dei ragazzi e delle ragazze che grazie agli educatori di Associazione d’iDee fanno ogni giorno un passo avanti verso l’autonomia”. (Ambra Notari)

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Disabilità

Stampa Stampa