:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Apre "Solidando", emporio solidale nel centro di Milano

Situato vicino al Parco delle Basiliche, permetterà a circa 150 famiglie in difficoltà di fare la spesa gratuitamente. Saranno dotate di una tessera a punti della durata di quattro mesi, che vengono scalati ad ogni spesa. Frigerio: "Nel frattempo cerchiamo anche di attivare servizi per aiutare le persone a uscire dalla povertà"

10 maggio 2017

MILANO - "Il cibo è convivialità. Chi viene da noi ha diritto a un momento di serenità intorno alla tavola": Agostino Frigerio, direttore dell'Istituto Beata Vergine Addolorata (Ibva), esprime così lo stile di accoglienza che caratterizza Solidando, emporio solidale molto simile a un normale supermercato, con la differenza che vi accederanno solo le famiglie in difficoltà, che potranno fare la spesa gratuitamente. Ha aperto i battenti da poche settimane e verrà inaugurato giovedì 11 maggio, alle ore 18.30, in via Calatafimi 10, zona centralissima di Milano, vicino del Parco delle Basiliche. "È una risposta concreta al bisogno di molte famiglie -aggiunge-. Nel nostro istituto offriamo diversi servizi per le persone in difficoltà, dai corsi di italiano per stranieri allo sportello lavoro. Ora ci occupiamo anche del diritto ad una sana alimentazione". Nel primo anno di attività, Solidando servirà circa 150 famiglie, per un totale di oltre 500 persone.

- Nei locali di via Calatafimi, Solidando ricalca lo stile di un minimarket, con gli scaffali pieni di merce e le casse. Le famiglie con problemi di reddito, dopo un colloquio in cui vengono verificate le loro condizioni di povertà o su segnalazione delle parrocchie, ottengono una tessera a punti, che vengono scalati ad ogni spesa effettuata. Ogni tessera ha un monte punti caricato mensilmente in base alla composizione del nucleo familiare e dura quattro mesi. Scaduto tale termine, c'è una nuova verifica delle condizioni economiche della famiglia. "Nel frattempo cerchiamo anche di attivare tutti quei servizi presenti sul territorio che possono aiutare le persone a uscire dalla povertà", spiega Agostino Frigerio. Sono 83 i prodotti presenti sulle scaffali di Solidando, donati dalla grande distribuzione, da aziende agroalimentari o acquistati con le donazioni di benefattori. "È un'iniziativa che si base quasi esclusivamente sul lavoro di una decina di volontari -ricorda-. Abbiamo solo un dipendente, che è anche il coordinatore di Solidando". Solidando è aperto due giorni la settimana, il martedì e il venerdì, dalle 9 alle 13. (dp) 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa