:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Approvati i decreti sul terzo settore, Convol: pessima notizia

La ConVol critica: mai stata convocata per la stesura dei decreti, per i quali non sono neppure state considerate le modifiche ripetutamente richieste. La Conferenza chiede di essere audita

12 maggio 2017

ROMA - "Non è affatto una bella notizia per il volontariato organizzato che ConVol tutela e rappresenta e che costituisce in Italia una rete essenziale per la tenuta dello Stato sociale". Questa la reazione della Convol all'approvazione da parte del Consiglio dei Ministri dei decreti legislativi “Codice del Terzo settore”,  “Disciplina dell’istituto del cinque per mille”,  e “Revisione della disciplina in materia di impresa sociale”.

- La ConVol, Conferenza permanente delle associazioni, federazioni e reti di volontariato "non è mai stata convocata per la stesura dei decreti in oggetto per i quali non sono neppure state considerate le modifiche ripetutamente richieste. - prosegue la nota - Anzi! Quello approvato è un nuovo testo ricavato dal Governo negli ultimi due giorni assemblando testi diversi".

Per l'ennesima volta ConVol, "consapevole della sua responsabilità per il futuro del volontariato organizzato, chiede di essere audita, dalle Commissioni Parlamentari competenti e dal Coordinamento Politiche sociali della Conferenza delle Regioni che dovranno fornire il parere definitivo".

La Convol critica e "molto perplessa" su alcuni punti in particolare: nel Codice quelli che di fatto negano la gratuità del servizio nei confronti dei diretti beneficiari (art. 33 comma 3) o introducono in modo surrettizio i rimborsi forfettari per l'attività dei volontari (art 17 comma 4).

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa