:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Bridgestone Handy Race, scaldano i motori i piloti con disabilità

L’associazione Di. Di. Diversamente ha lanciato l'International Bridgestone Handy Race, il campionato di motociclismo per piloti con disabilità. Prossimi appuntamenti il 10 e l'11 giugno all'autodromo di Vallelunga, a Roma, e il 26 e 27 agosto nel circuito del Mugello, a Firenze

16 maggio 2017

- ROMA - Si terrà nello circuito di Le Mans l'International Bridgestone Handy Race, la gara riservata ai motociclisti con disabilità, proprio durante il week end del moto gp. E' la prima volta che all'interno di un evento motociclistico viene presentata una gara riservata ai piloti con disabilità. E non sarà l'ultima perché è già disponibile un calendario con altri due gran premi. L'appuntamento vedrà schierati 32 motociclisti provenienti da Australia, Belgio, Finlandia, Francia, Inghilterra, Spagna e ovviamente Italia. Il campionato è organizzato da Di.Di.Diversamente Disabile, l'associazione Onlus che organizza gare dal 2013. Il presidente, Emiliano Malagoli, ha perso la gamba destra nel 2011, a seguito di un incidente stradale in moto. Ma questo non l'ha bloccato, perché è tornato in sella ben presto, con la stessa voglia di prima. 

"Siamo tutti molto coinvolti e non vediamo l'ora di sentire il rombo dei motori - ci racconta Chiara Valentini, campionessa europea di motociclismo nel 2006 e segretario dell'associazione -, questi ragazzi meritano l'attenzione che è stata finalmente data all'evento". L'associazione ha anche promosso e il primo - e si auspica non ultimo - progetto di “reintegrato in strada” per persone con disabilità, che permette di accedere agli esami di patente per la moto con le stesse modalità dei normodotati. Nell'ultimo anno hanno riabilitato 35 motociclisi, per un totale finora di 150.

Tra gli obiettivi dell'associazione c'è quello di stimolare il recupero della fiducia in se stessi e nelle proprie capacità, dimostrando che la disabilità è adattabilità e non inabilità. Un obiettivo che quest'anno è stato raggiunto in pieno, anche grazie alla passione dei 32 piloti che hanno scelto di partecipare alla gara. I prossimi appuntamenti sono il 10 e l'11 giugno, all'autodromo di Vallelunga, a nord di Roma, aperta solo a piloti italiani, per passare al 26 e 27 agosto nel circuito del Mugello, a Firenze, gara internazionale aperta a tutti. E' possibile seguire l'evento anche in diretta, su AutomotoTV (canale 148 di sky).

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Disabilità, Sport per tutti

Stampa Stampa