:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Ape day, una giornata per informare sull’anticipo pensionistico

Un appuntamento in tutte le città toscane per dare risposte ai cittadini sulle nuove misure di “flessibilità pensionistica” introdotte dall’ultima legge di bilancio

17 maggio 2017

- FIRENZE - Un appuntamento in tutte le città toscane per dare risposte ai cittadini sulle nuove misure di “flessibilità pensionistica” introdotte dall’ultima legge di bilancio. L’APe day è la giornata nazionale di informazione sull'anticipo pensionistico, organizzata dal Patronato Acli, in programma venerdì 19 maggio.

Nelle sedi del Patronato Acli di tutti i capoluoghi toscani la mattinata di venerdì sarà dedicata al tema e gli sportelli saranno aperti per rispondere a tutte le domande e chiarire i dubbi dei cittadini.  Saranno spiegate le opportunità che, nonostante il ritardo dei decreti attuativi, potranno riguardare chi si trova in difficoltà lavorative (APe sociale), chi è interessato a essere accompagnato economicamente, anche con gradualità, al pensionamento, prima di quanto richieda la legge Monti-Fornero del 2012 (APe volontario) o i cosiddetti lavoratori “precoci”. Opportunità queste che si affiancano ai già esistenti e operativi benefici per lavori usuranti, l’opzione donna e il cumulo gratuito.

“È importante che i lavoratori siano messi in grado di fare una scelta consapevole e che possano cogliere le diverse opportunità di questi nuovi strumenti - dice Giacomo Martelli, presidente Acli Toscana – Offriamo in questa giornata uno spazio di informazione dedicato a un argomento che sappiamo necessita di essere conosciuto in modo approfondito da chi si avvicina all'età della pensione e ha bisogno di valutare la sua situazione anche in base a specifiche esigenze. Le soluzioni pensionistiche sono molteplici e in molti casi offrono varie possibilità di scelta, anche senza costi. Per questo ogni situazione merita attenzione e una consulenza previdenziale personalizzata”.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa