:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Firenze, 4 mila studenti a lezione di legalità

Tantissime le scuole che hanno partecipato a “Scuola Sicura Insieme”, l’iniziativa coordinata dalla prefettura allo scopo di diffondere la cultura della legalità e della sicurezza tra i giovani

18 maggio 2017

FIRENZE – Quattromila studenti di 66 scuole di ogni ordine e grado hanno partecipato all’edizione 2016-2017 di “Scuola Sicura Insieme”. L’iniziativa, coordinata dalla Prefettura allo scopo di diffondere la cultura della legalità e della sicurezza tra i giovani, ha avuto oggi presso l’Istituto Statale “Leonardo da Vinci” di Firenze il suo momento conclusivo.

- I progetti che hanno fatto parte dell’offerta didattica dell’anno scolastico che sta terminando, hanno spaziato dalla prevenzione contro alcol e droghe alla sicurezza in classe, a casa, in strada, nei luoghi di divertimento e di lavoro, dal bullismo alla violenza di genere fino ai pericoli che si possono annidare in internet. Proprio perché il mondo scolastico ha dimostrato di apprezzare tematiche così vicine a ragazzi e alunni, la giornata odierna è stata dedicata a quelle scuole che ancora non aderiscono all’iniziativa. Così oggi sono venuti circa 200 studenti di otto diversi istituti scolastici (secondari di primo e secondo grado e scuole primarie): il “Gobetti Volta” di Bagno a Ripoli”, il Chino Chini di Borgo San Lorenzo, i comprensivi di Signa e di Pontassieve, il Salvemini –D’Aosta, il Buontalenti, il Guicciardini e il Puccini di Firenze. 

“Sono molto contento - ha detto il prefetto Alessio Giuffrida che in Aula Magna ha salutato le scolaresche - per una partecipazione così alta a questo evento che contribuisce a rafforzare ancor di più il ponte tra forze di polizia e istituzioni scolastiche, proprio per attuare una politica di prevenzione più accurata possibile e per consentire ai giovani di prendere coscienza sia dei pericoli che ci sono e sono tanti sia dei mezzi per contrastarli”.

Durante la manifestazione, che si è articolata nell’arco di tutta la mattinata, ragazzi e bambini hanno visitato i gazebo allestiti per loro, all’interno dei quali hanno potuto conoscere i programmi e scegliere quelli che piacciono di più, dialogando direttamente con gli enti che li hanno predisposti e che compongono il comitato provinciale “Scuola Sicura Insieme”.

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa