:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Attentato a Londra, "impegno comune contro il terrorismo"

Dopo Nizza, Berlino, Stoccolma, a meno di due settimane dalla strage del 22 maggio alla Manchester Arena, duplice attacco a Londra: passanti travolti da un furgone e accoltellati. Minniti convoca una riunione straordinaria del Comitato di analisi strategica antiterrorismo. Le reazioni

04 giugno 2017

Roma – “Solidarietà al Governo britannico e impegno comune contro il terrorismo. Uniamoci nel ricordo delle vittime".  Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, in un tweet, commenta così l’attacco terroristico che a Londra ha ucciso sette persone e provocato una cinquantina di feriti, di cui alcuni incondizioni gravi. Un incubo che si ripete, dopo Nizza, Berlino, Stoccolma, a meno di due settimane dalla strage del 22 maggio alla Manchester Arena, dove un kamikaze fece 22 morti.  "Ancora una volta, manifestando il suo volto piu' vile, il terrorismo ha brutalmente colpito la capitale del Regno Unito. Gli attacchi di questa notte suscitano, oltre al cordoglio, profondo sdegno e la piu' ferma condanna. L'Italia sara' sempre a fianco del Regno Unito nella lotta contro quanti cercano di stravolgere la convivenza civile delle nostre societa' libere e inclusive". E' il messaggio di cordoglio del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che conclude: "A nome degli italiani tutti porgo all'amico popolo britannico le piu' sentite condoglianze per le vittime e un sincero augurio di pronto ristabilimento". Il ministro dell'Interno, Marco Minniti, ha convocato una riunione straordinaria del Comitato Di Analisi Strategica Antiterrorismo (CASA) per le ore 18.00 al Viminale, alla presenza dei vertici delle Forze di polizia e dei Servizi di Intelligence. 


-Che cosa è successo. Attorno alle 22. 30 — le 23. 30 in Italia — di sabato 3 giugno un furgone ha investito i pedoni sul London Bridge, scatenando il panico tra la gente; le persone hanno cominciato a scappare. Si è trattato di un duplice attacco. I tre assalitori, dopo aver investito i passanti, sono scesi hanno accoltellato altri passanti ed hanno proseguito per Borough Market, comntinuando a ferire i passanti e avventori di bar e ristoranti. I tre aggressori sono uccisi dopo otto minuti dall’inizio dell’attacco.

Le reazioni. La presidente della Camera Laura Boldrini sul suo profilo twitter: "Orrore e sgomento per l'azione terroristica a #Londra. Vicina al popolo britannico, a familiari vittime e ai feriti. Uniti contro la paura". "Ancora una notte di terrore e barbarie a Londra. Siamo tutti colpiti ed addolorati per le vite spezzate. Serve una Europa più unita e rafforzare la sicurezza comune". Lo scrive in un tweet la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan. "Penso sia impossibile trovare le parole giuste dopo ciò che è accaduto, ancora una volta, a Londra. L'odio contro la vita che porta estremisti islamici a uccidere i passanti in un normale sabato sera di una delle capitali del mondo può essere solo combattuto. Non spiegato, non compreso: solo combattuto". Così il segretario del Pd Matteo Renzi, su facebook. E aggiunge: "Combattuto subito anche con le armi, ove necessario. Combattuto per anni con iniezioni di cultura e identità, con un gigantesco sforzo educativo e di rammendo e pulizia nelle periferie, quello sforzo che non è stato fatto in alcune città europee negli ultimi lustri. Combattuto con la professionalità dei nostri uomini e donne della sicurezza, persone speciali da ringraziare per il coraggio che mostrano ogni giorno. Quest'odio va combattuto, punto". "Noi vinceremo questa sfida contro l'odio- dice ancora Renzi- I nostri valori di bellezza e umanità sono più forti di chi vive solo per morire. Noi sappiamo che vinceremo questa sfida". “Un pensiero commosso alle famiglie delle vittime di Londra"."Dobbiamo stare attenti però a non perdere noi la nostra voglia di vivere, di stare assieme, di essere comunità. E non è facile farlo“. Che deve fare una classe politica, oggi? Si chiede il segretario del Pd. “Restituire fiducia, dico io. Evitare la banalizzazione superficiale e mediocre di chi non si rende conto della realtà, ma anche il tono allarmistico di chi grida sempre un tono sopra, di chi alimenta tensione e paura pensando di lucrare voti”.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa