:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

"Dolce e un po' salato", la pasticceria che dà lavoro alle persone disabili

Colonia Agricola inaugura, in provincia di Treviso, il laboratorio di pasticceria e prodotti da forno che dà lavoro a 17 persone, di cui 12 con disabilità o in condizioni di svantaggio sociale. 120 chili di farina lavorati ogni giorno, 45 punti vendita tra Veneto e Friuli. "Un vanto per la nostra realtà"

10 giugno 2017

Dolce e un po' salato - iniziativa di Alternativa ambiente

ROMA - “Dolce e un po’ salato… la giusta alternativa”: inaugura domenica 11 giugno, a Carbonera, in provincia di Treviso, il nuovo laboratorio di pasticceria e prodotti da forno negli spazi di Alternativa Ambiente cooperativa sociale e Colonia Agricola. Il laboratorio attualmente impiega 17 persone, tra produzione e confezionamento, delle quali 12 sono soggetti svantaggiati o con disabilità. La produzione si attesta sui 120 kg di farina lavorata quotidianamente. I prodotti sono presenti in 45 punti vendita tra Veneto e Friuli Venezia Giulia.

- “Siamo molto orgogliosi di questo importante passo in avanti di Colonia Agricola, uno degli ambiti di Alternativa Ambiente, quello dedicato alla produzione biologica e ristorazione - afferma Marco Toffoli, presidente di Alternativa Ambiente - Il laboratorio di pasticceria è un vanto per la nostra realtà, sia per l’inserimento lavorativo che ci consente di impiegare persone fragili, sia per la qualità della produzione, riconosciuta da tutti i nostri partner”.
“La produzione della pasticceria ha visto un notevole incremento, grazie ad un’importante commessa per l’Altromercato, che ha consentito lo sviluppo delle attività di confezionamento, una lavorazione semplice che consente l’inserimento di persone con capacità lavorativa limitata – spiega Andrea Agnolin, responsabile di Colonia Agricola – Commesse di questo tipo, fondamentali per il percorso di riabilitazione, stanno venendo meno anche a seguito dei fenomeni di delocalizzazione e automazione. Attività come quelle nel laboratorio di pasticceria consentono ai soggetti più svantaggiati di sviluppare le proprie potenzialità personali, sentendosi riconosciuti in un servizio formativo-occupazionale”.

Dal 2016 è stato inoltre siglato un accordo con l’Istituto alberghiero Alberini di Lancenigo, per l’avvio di stage per alunni con disabilità: già nell’anno scolastico appena concluso, sei ragazzi hanno svolto il loro tirocinio presso il centro di cottura e la pasticceria. Grazie alla collaborazione con la fondazione Oltre il Labirinto, che si occupa di ragazzi con autismo, inoltre, sei giovani con autismo sono stati inseriti in Colonia Agricola, occupandosi di piccoli lavori di confezionamento, semplici attività nell’orto e nelle serre. Attualmente sono circa cinquanta i lavoratori impegnati nelle diverse attività di Colonia Agricola: 31 nel centro cottura e produzione pasti aziendali, pasticceria e ristorantino; 6 nella bottega, 12 in agricoltura e fattoria sociale. 

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Cooperative sociali, Inclusione sociale, Inserimento lavorativo

Stampa Stampa