:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Il parto nel mondo, arriva la guida per i medici cooperanti

Il Centro di salute globale della Toscana ha realizzato un vademecum per l’assistenza alla gravidanza negli interventi di cooperazione internazionale. “In molti luoghi del mondo, partorire è ancora una sfida”

19 giugno 2017

FIRENZE - Un vademecum alle buone pratiche per l’assistenza alla gravidanza negli interventi di cooperazione internazionale. E’ quello prodotto dal Centro di salute globale della Regione Toscana. Una vera e propria guida per gli operatori che a vario titolo intervengono nei programmi di cooperazione sanitaria, in particolare nel settore del -parto e in quei Paesi dove la gravidanza e dove la nascita rappresentano ancora una sfida difficile da vincere.

Dopo una cornice istituzionale sulla salute materna e sulla salute del bambino, la guida si concentra su quelle che sono le direttive dell’Organizzazione mondiale della sanità, con le raccomandazioni basilari per le consultazioni prenatali, il calendario delle visite prenatali e gli interventi e attività da effettuare durante le visite prenatali. Si parla poi di buone pratiche e raccomandazioni per l’assistenza intra partum, per la cura del neonato al momento della nascita e per il travaglio. E infine le buone pratiche e raccomandazioni per l’assistenza post natale.

Obiettivo della guida è anche quello di guidare la scrittura dei progetti di miglioramento degli esiti di salute, nonché il loro monitoraggio e valutazione, sulla base di raccomandazioni ed evidenze scientifiche solide. “Auspichiamo – ha detto Maria Jose Caldes, direttrice del Centro di salute globale - che il nostro lavoro sia di utilità per tutti coloro che si impegnano nella promozione della salute materno infantile nei luoghi del mondo in cui partorire, nascere e crescere è ancora una sfida che non ha nulla di scontato”.

“In Occidente - ha detto l'assessore regionale alla sanità e alle politiche sociali Stefania Saccardi - diamo ormai per scontato il parto, ma in molte zone del Sud del Mondo rappresenta ancora un ostacolo spesso rischioso. Guide come queste rappresentano pertanto uno strumento prezioso per conoscere e superare tali criticità, uno strumento importante per il personale medico toscano chiamato a intervenire nei contesti più difficili. Attraverso il Centro di salute globale aiutiamo davvero e concretamente gli abitanti del mondo a casa loro, aldilà degli slogan e degli spot”.

© Copyright Redattore Sociale

Ti potrebbe interessare anche…

Stampa Stampa