:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

La “Notte dei corti”: i video più belli del premio L’Anello debole 2017

L’Altro Festival torna a ospitare la rassegna di cortometraggi italiani e internazionali. E la parola passa alla giuria popolare. Oltre 3 ore di proiezione e “spuntino di mezzanotte”. Presenta il direttore artistico del premio Andrea Pellizzari

23 giugno 2017

Capodarco L'Altro Festival 2017 - Prima serata 1

FERMO - Arriva l’attesa “Notte dei corti” al Capodarco L’Altro Festival. La parola passa alla giuria popolare: sono oltre 140 le persone che oggi, venerdì 23 giugno, insieme al pubblico del festival e agli autori delle opere in gara, visioneranno i 17 video finalisti dell’Anello debole 2017, proiettati in lunga kermesse sulla terrazza della Comunità di Capodarco. “L’anello debole” è stato istituito nel 2005 per premiare le migliori opere video e audio sui temi sociali e ambientali. La maratona di oltre tre ore sarà presentata, come sempre, da Andrea Pellizzari, direttore artistico del premio.

Si tratta di opere italiane e straniere di diversa durata, da pochi secondi a 25 minuti, divise in 6 categorie. La giuria di qualità li ha scelti tra 177 opere in concorso quest’anno.

Premio l'anello debole - finalisti 2017

Ecco l’elenco completo delle opere in gara, alcune già visibili integralmente online sul sito del Capodarco L’Altro Festival

AUDIO CORTOMETRAGGI (fino a 25’ di durata):
- “Resto umano - Storia di una vittima del lavoro migrante in montagna”, un docudramma sul fenomeno del bracciantato negli alpeggi della Svizzera;
- “Come d'inverno i pappagalli”, un giorno in strada con un senza dimora;
- “Il viaggio di Gioia”, storia di una donna nigeriana e del suo viaggio verso la libertà;
- “Caccia ai migranti. La frontiera Serbo-Ungherese”, sulle violenze e le violazioni dei diritti umani che si stanno consumando nei Balcani;
- “Crocifissi”, sulla psichiatria e la pratica della contenzione che può uccidere e sicuramente lascia segni indelebili nell'animo di chi la subisce.

CORTOMETRAGGI DELLA REALTÀ (fino a 25’ di durata):
- “Uncut”, che indaga in profondità` il tema delle mutilazioni genitali femminili;
-“Io sono Aziz”, gli invalicabili confini dell’Europa negli occhi di un bambino migrante;
- “Glifosato, l'erbicida nuoce alla salute del mondo?”, un servizio che indaga sui pericolosi effetti di un diffusissimo diserbante;
- “Mwavita - Nata in tempo di guerra”, sugli stupri che si consumano nella Repubblica Democratica del Congo.

CORTOMETRAGGI DI FICTION (fino a 25’ di durata):
- “Chocolate wind”, dialogo Skype tra due amiche con un finale davvero imprevedibile;
- “Swimming in the desert”, dove una bambina e suo nonno salvano un paese dalla siccità;
- “Respiro”, sul viaggio claustrofobico di una rifugiata siriana;
- “A casa mia”, dove due anziani vivono nella speranza che l’inverno non finisca;
- “Mary mother”, ambientato in un lontano villaggio dell'Afghanistan.

CORTISSIMI DELLA REALTÀ (fino a 6’)
- “Via da Mosul”, un servizio sulla prima notte fuori dall’inferno per i profughi della città irachena occupata dall’Isis;
- “Sono salvo”, il viaggio del Tracing Bus, cabina telefonica ambulante che permette ai migranti di contattare i propri cari;
- “I love Norcia”, dove il dramma del sisma in Centro Italia è ricostruito attraverso i messaggi WhatsApp;
- “Il cammino della speranza dei migranti verso la Francia”, sui minori migranti che cercano di forzare la frontiera a rischio della vita.

 CORTISSIMI DI FICTION (fino a 6’)
Teddy bear, corto di animazione sul viaggio di una bambina migrante
Stai sereno, dove un uomo in crisi e senza lavoro cerca aiuto nel fratello emigrato nel Nord Italia.

ULTRACORTI (fino a 60’’)
- “Nuoto paralimpico”, spot sui giochi olimpici degli atleti disabili
- “Amore criminale”, spot contro la violenza sulle donne.

Capodarco L'Altro Festival 2017 - Prima serata 2

La proiezione sarà sospesa per il tradizionale “spuntino di mezzanotte”, grazie all’iniziativa “Assaggi di territorio” raccontati da Tipicità come in un film, in collaborazione con Coop Alleanza 3.0: il buon cibo dei produttori Territori Coop, selezionati secondo criteri etici, qualitativi e salutistici che, come nei migliori film, hanno una trama importante. Filo conduttore: la terra. Il Capodarco L’Altro Festival è una tappa del "Grand tour delle Marche" di Tipicità.

Dopo il voto della giuria popolare, i vincitori saranno proclamati sabato 24 giugno, nella serata che vedrà sul palco il giornalista Rai Giovanni Anversa e molti ospiti.

Informazioni: 0734 681001, 340.2922019 - info@capodarcolaltrofestival.it.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa