:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Con "la nota in più", l'orchestra sinfonica è per tutti

L'esperienza delle due orchestre “Senior” e “Junior”; di cui fanno parte diversi musicisti con disabilità cognitiva, insieme ai loro insegnanti. Nata per iniziativa dell'associazione Spazio Autismo di Bergamo, ha al suo attivo più di 50 concerti in Italia e all'estero

28 giugno 2017

ROMA – La musica è per tutti ed è di tutti: e “La nota in più” ne è la prova vivente. Così si chiama l'orchestra “integrata”, di cui fanno parte numerosi musicisti con disabilità intellettiva. Creata ormai 13 anni fa dall'associazione Spazio Autismo di Bergamo, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale I, negli ultimi anni l'orchestra sta compiendo passi da gigante, esibendosi in decine di concerti e in diversi contesti. E grandi consensi sta raccogliendo l'orchestra anche sui social, dove il video di uno degli ultimi concerti sta collezionando “mi piace” e condivisioni. 

Disabilità. La nota in più. locandina

“Questo progetto è rivolto alla formazione musicale dei ragazzi e dei giovani con autismo e con disabilità cognitiva – spiegano gli organizzatori - Una grande scommessa e un’occasione unica per rendere i ragazzi disabili partecipi di quella grande esperienza che è la musica”. I ragazzi, divisi in piccoli gruppi e affiancati da musicisti formati (con un percorso triennale) dal centro Esagramma® di Milano, imparano a farsi comprendere attraverso il suono. “Il lavoro musicale su se stessi, svolto in situazione di gruppo – spiegano i promotori - consente di 'sentire' le proprie emozioni e di capire come esprimerle, scegliendo timbro e sentimento: una possibilità aperta dalla complessità della musica sinfonica, dalla sua ricchezza emotiva e concettuale. Ogni anno, il progetto coinvolge una cinquantina di ragazzi e circa 20 operatori. Si inizia con il triennio di musicoterapia orchestrale; successivamente si può accedere al perfezionamento orchestrale biennale (che prevede anche l’accostamento più specialistico ad uno strumento singolo con approccio individuale) e, infine, alle due orchestre sinfoniche, Senior e Junior. La prima è formata da giovani e adulti con autismo e disabilità cognitive e da musicisti professionisti formati al metodo. Ha al suo attivo più di 50 concerti in Italia e all’estero. E’ settimanalmente impegnata nelle prove del repertorio, che è tratto dalla letteratura musicale sinfonica. Le rielaborazioni orchestrali sono curate dagli stessi conduttori.

Le Orchestre sono settimanalmente impegnate nelle prove del repertorio. Il repertorio utilizzato è tratto dalla letteratura musicale sinfonica. Le orchestrazioni sono rielaborate dai conduttori dell’Orchestra. L’Orchestra Junior è nata nel 2012, per dare una voce sinfonica ai ragazzi con autismo e disabilità cognitive. Terminato il loro percorso, vengono avviati alla pratica concertistica, perchè capaci di sostenere un repertorio impegnativo con gli strumenti da loro prescelti. Hanno occasione di crescere musicalmente con la collaborazione di musicisti formati al metodo, sperimentando brani sinfonici e misurandosi con il pubblico in modo graduale. L’orchestra è diretta da Gabriele Rubino, che cura anche la maggior parte delle rielaborazioni orchestrali del repertorio: “Danze rumene” di Bartok, “Danze svedesi” di Bruch, “Lo schiaccianoci” di Tchaikovskij ecc. L'ultima esibizione dell'Orchesta è stata il 21 Giugno alle ore 21 ,presso l‘Auditorium San Giovanni Bosco in via San Sisto 9 a Bergamo (Colognola), per la Festa della Musica Europea!

© Copyright Redattore Sociale

Tag: musicoterapia, Disabilità cognitiva, Musica, Autismo

Stampa Stampa