“Al Centro per tutti”: al via il cammino verso la conferenza 2017 di Csvnet

L’appuntamento annuale più importante dell’associazione si svolgerà a Roma dal 29 settembre all’1 ottobre. Al centro dei lavori, a cui parteciperanno oltre 300 delegati dei Csv da tutta Italia, le novità introdotte dalla riforma del terzo settore

08 luglio 2017

ROMA - “Al Centro per tutti: il volontariato che accoglie il cambiamento”: è questo il titolo della conferenza di CSVnet 2017, in programma a Roma dal 29 settembre al 1° ottobre presso l’Hotel Eurostar Roma Aeterna (Via Casilina 125). L’evento, realizzato in collaborazione con i Centri di servizio per il volontariato del Lazio, è l’appuntamento annuale più importante per la rete dei 69 CSV, che ogni anno raduna oltre 300 rappresentanti da tutta Italia. Programmata inizialmente a giugno la conferenza è stata poi posticipata per contestualizzarla al meglio nella riforma del Terzo settore, i cui decreti recentemente approvati prevedono uno sviluppo sostanziale del sistema dei CSV, attribuendo loro il compito di “promuovere e rafforzare la presenza e il ruolo dei volontari nei diversi enti del terzo settore”.

Box È da qui che nasce appunto il titolo “Al centro per tutti”, completato dal riferimento all’accoglienza del cambiamento espresso nel sottotitolo, una “condizione costitutiva del nostro essere e fare CSV”, sottolinea il presidente di CSVnet Stefano Tabò nella lettera di indizione della Conferenza: “Chi, come il volontariato, si propone come fattore di comprensione e di trasformazione dell’esistente non può esimersi dal confrontarsi con quanto attorno a lui (e in lui) muta e si trasforma. Una ‘accoglienza’ che, lungi dal confondersi con la passività, è sinonimo di responsabile radicamento nel tempo presente”.

Il programmadella Conferenza, ancora in via di definizione, prevede, nella giornata di apertura, la relazione introduttiva del presidente, due relazioni tematiche e due focus di approfondimento sulla riforma del terzo settore e sulle reti di volontariato e di terzo settore.

Gli 8 gruppi di lavoro saranno il cuore della seconda giornata: pensati in base una scelta accurata delle tematiche, avranno il ruolo di approfondire i molti aspetti (teorici ed operativi) a cui sarà legata la nuova stagione dei CSV: da come ripensare i servizi alle modalità innovative per intercettare i destinatari; dalla trasparenza dei modelli organizzativi e di gestione dei CSV a come garantire la sostenibilità delle risorse a disposizione.

La Conferenza si chiuderà il 1° ottobre con la presentazione delle attività e delle partnership realizzate da CSVnet e con la consueta assemblea dei soci. Il cammino verso la Conferenza è già iniziato: nella sezione dedicata sul sito di CSVnet è già disponibile il programma di massima e saranno pubblicati prossimamente aggiornamenti ed informazioni utili.

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Csvnet, Riforma terzo settore, Volontariato