:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Migranti: in mostra a Vienna le foto di Riace, modello d’accoglienza

“Il Signor Sindaco e la Città Futura” è il titolo della mostra in corso all’Istituto italiano di cultura sulla straordinaria realtà creata dal sindaco Mimmo Lucano che ha ripopolato l’antico borgo dello Ionio reggino ospitando persone da oltre 20 paesi del mondo. In esposizione, fino al 18 luglio, 25 scatti del fotografo calabrese Gianfranco Ferraro

08 luglio 2017

“Il Signor Sindaco e la Città Futura” è il titolo della mostra in corso all’Istituto italiano di cultura di Vienna sulla straordinaria realtà creata a Riace dal sindaco Mimmo Lucano che ha ripopolato l’antico borgo dello Ionio reggino attraverso concrete politiche d’integrazione per i migranti. In esposizione, fino al 18 luglio, 25 scatti del fotografo calabrese Gianfranco Ferraro, curati dal critico fotografico Sandro Iovine. Si tratta di immagini che sono già state esposte alla Biennale di Venezia nel 2016. L'iniziativa è nata nell'ambito del progetto Aeneas (Arts experiences to nurture exchanges and advance security in the field of migration governance), una cooperazione tra l'Osce (Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa) e l'Istituto italiano di cultura di Vienna.

BOX La rassegna è un progetto che racconta la rinascita e la rivitalizzazione di un piccolo comune, appunto Riace, che fino ad una ventina di anni fa sembrava destinato a diventare un borgo fantasma. Attraverso le immagini viene raccontata la storia di questo piccolo paese calabrese che grazie alla lungimiranza del suo sindaco, Domenico Lucano, ha accolto e integrato centinaia di migranti, fermando lo spopolamento in atto da anni, rifondando la comunità locale. Riace, dunque, come esempio di integrazione sostenibile e funzionale visto che dal 2004 Domenico Lucano ha accolto e inserito nel tessuto sociale centinaia di migranti da oltre 20 Paesi.

Quella di Riace è diventata una realtà simbolo, un modello riconosciuto ed apprezzato a livello mondiale tanto che, nel 2016, la rivista Fortune ha posto Lucano tra i 50 leader più influenti del mondo. Il progetto fotografico di Gianfranco Ferraro ha i tratti narrativi della favola per tutte le età e si articola in due parti: un video-racconto fotografico (con voce narrante di Gabriele Picciotto e musiche originali del gruppo calabrese Parafonè) e la mostra di 25 scatti. “Riconoscere il protagonismo economico dei migranti per promuovere sviluppo nelle terre di accoglienza – afferma Ermelinda Meksi, vice coordinatore dell'ufficio Osce per le attività economiche e ambientali - è un obiettivo che il mio Ufficio continuerà a sostenere anche durante la presidenza italiana dell'Osce nel 2018”. La mostra in corso a Vienna fa parte del progetto di ricerca Gangcity dell’Università di Torino e del Politecnico di Milano. (msc) 

© Copyright Redattore Sociale

Tag: accoglienza migranti, riace

Stampa Stampa