:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

La popolazione Ue cresce grazie ai migranti, in Italia il tasso di natalità più basso

L'istituto statistico dell'Unione (Eurostat) segnala che la popolazione complessiva dei 28 Stati membri è salita a 511,8 milioni di abitanti (1 gennaio 2017), contro i 510,3 dell'anno prima. Nascite e morti si equivalgono a 5,1 milioni. Dunque, la popolazione complessiva è cresciuta di 1,5 milioni di persone grazie al saldo migratorio

11 luglio 2017

- ROMA - Eurostat, l'istituto statistico dell'Unione segnala in una relazione sulla demografia nei 28 Stati membri che la popolazione complessiva dei 28 e' salita a 511,8 milioni di abitanti (1 gennaio 2017), contro i 510,3 dell'anno prima. Nascite e morti si equivalgono a 5,1 milioni. Dunque la popolazione complessiva e' cresciuta di 1,5 milioni di persone grazie al saldo migratorio.

Il tasso di natalita' piu' basso in Europa spetta, anche nel 2016, all'Italia, mentre quello piu' elevato si registra in Irlanda, con 13,5 nati per mille abitanti, seguita da Svezia, Regno Unito e Francia. Il dato piu' basso e' invece quello dell'Italia (7,8 nati per mille abitanti).

Dal rapporto diffuso ieri la Germania figura poi come il Paese piu' popoloso, con quasi 83 milioni di abitanti, seguita da Francia (67 milioni), Regno Unito (66), Italia (quasi 61). Diciotto Stati hanno visto crescere la popolazione totale, altri 10 hanno invece perso abitanti. (www.agensir.it)

(DIRE)

© Copyright Redattore Sociale

Tag: migranti, Eurostat

Stampa Stampa