:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Solidarietà, Compagnia Babbo Natale dona 20mila euro per i bambini malati

Iniziativa a favore dei bambini lungodegenti del Meyer, attraverso una donazione effettuata alla Fondazione Tommasino Bacciotti

14 luglio 2017

FIRENZE - Un’estate all’insegna della solidarietà: la Compagnia di Babbo Natale continua il suo percorso di beneficenza con una nuova iniziativa a favore dei bambini lungodegenti del Meyer, donando 20mila euro in assegni alla Fondazione Tommasino Bacciotti, fondata nel 2000 da Paolo Bacciotti e dalla moglie Barbara, che porta il nome del figlio scomparso il 19 dicembre 1999, a soli 9 mesi, per una grave e rara forma di tumore cerebrale.

Ieri sera, presso il Circolo Canottieri di Firenze, in occasione dell’assemblea per il rinnovo degli organi dirigenti, il presidente della Compagnia Roberto Giacinti ha consegnato, alla presenza dell’assessore al Welfare e alla Sanità Sara Funaro, gli assegni destinati a sostenere la Fondazione Bacciotti per l’ospitalità prestata alle famiglie di bambini soggetti a lunghe cure presso il Meyer e alle famiglie stesse per contribuire al sostegno delle spese che devono sostenere.

La famiglia di Tommasino ha istituito una fondazione benefica che si occupa dello studio e della cura dei tumori cerebrali infantili, iniziativa che si affianca al progetto delle case-accoglienza dedicate alle famiglie dei bambini che attraversano momenti di disabilità dovuti alla malattia. Attualmente la Fondazione mette a disposizione delle famiglie di bambini malati di tumore in cura al Meyer 18 appartamenti dove vengono ospitate gratuitamente fino a 80 persone al giorno ed è l’unica in Italia ad offrire appartamenti a costo zero.

Oltre agli assegni, la Compagnia di Babbo Natale farà una sorpresa inattesa ad alcuni bambini ospitati con i propri genitori negli appartamenti della Fondazione Bacciotti: donerà loro un viaggio a Gardaland a bordo dello shuttle della Compagnia appositamente prenotato per loro.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa