:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Ape sociale, 40 mila le domande presentate. 28 mila sono uomini

Inps diffonde i dati sulle domande di certificazione delle condizioni di accesso all’Ape sociale (39.777) e al pensionamento anticipato per i lavoratori precoci (26.632), presentate entro il termine del 15 luglio. Sono in tutto 66.409. Prevalgono i disoccupati (34.530) e gli addetti alle mansioni difficoltose (15.030)

17 luglio 2017

- ROMA - Sono scaduti sabato 15 i termini per la presentazione delle domande di certificazione delle condizioni di accesso all’Ape sociale e al pensionamento anticipato per lavoratori precoci: Inps, che ha raccolto le richieste, ha appena diffuso i relativi dati. Complessivamente, sono 66.409 le domande presentate: 39.777 per l’accesso all’Ape sociale, 26.632 per il pensionamento anticipato dei lavoratori precoci. Dal punto di vista geografico, il maggior numero di richieste proviene dalla Lombardia (11.048), seguita dal Veneto (6.701), dalla Sicilia (5.608), dal Piemonte (5.568), dall’Emilia Romagna (4.865), dal Lazio (4.594) e dalla Toscana (4.566).

Per quanto invece riguarda i richiedenti, prevalgono i lavoratori disoccupati (34.530), seguiti dagli addetti alle mansioni difficoltose (15.030). Infine, rispetto alla distribuzione per genere, le donne che hanno presentato la domanda per la certificazione per l’Ape sociale sono state 1.668, gli uomini 28.109. Le domande per la certificazione per lavoro precoce, invece, sono state presentate da 22.900 uomini e da 3.732 donne.

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Ape sociale

Stampa Stampa