:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Premio Solidarietà al birrificio che produce birra "buona e solidale”

“Solid Ale Beer”, nato nell'ottobre 2016, fin dall'inizio ha coinvolto ragazzi con sindrome di Down della sezione locale di Aipd: oggi sono 6 e almeno 3 di loro saranno assunti dopo l'estate

28 luglio 2017

ROMA - La birra “buona e solidale” vince il Premio Solidarietà 2017: il riconoscimento, ideato da don Francesco Cristofaro, parroco di Simeri, in provincia di Catanzaro, è infatti andato quest'anno al birrificio locale artigianale “Solid Ale Beer”, nato nell'ottobre 2016 grazie all’iniziativa della cooperativa “Esperia”. Qui lavorano sei giovani con sindrome di Down, seguiti dall'Aipd di Catanzaro: Alessandra, Ester, Federica, Manilo, Salvatore, e Valentina. Almeno tre di loro hanno buone possibilità di essere assunti dopo l’estate.

-I ragazzi seguono la preparazione della birra in ognuna delle fasi di cui si compone, supportati dalla loro tutor, Marina Dominijanni. “Il nostro obiettivo è quello di produrre una birra che sia buona, prima ancora che solidale – spiega uno dei fondatori - Vogliamo che la nostra sia un’impresa capace di vendere un prodotto, che se anche la prima volta viene comprato per sposare una buona causa, dopo deve essere richiesto perché piace”.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa